Genova: aiuole Foce tornano a anni '60

Prati, fioriture, piante perenni. Investiti 3,5 milioni

(ANSA) - GENOVA, 22 LUG - Entro maggio 2020 a Genova le aiuole di viale Brigate Partigiane tra la statua del Navigatore e la Questura torneranno agli splendori degli anni Sessanta con prati, fioriture, piante perenni e arbusti. Il via ai lavori stamani. In attesa del completamento dei cantieri per la messa in sicurezza del torrente Bisagno, 2 dei 3 lotti del lavoro per le aiuole sono stati finanziati con 2,4 milioni, di cui 800 mila dal Comune e 1,6 milioni dalla Regione. L'investimento complessivo è di 3,5 milioni "Riporteremo una strada importante di Genova alla bellezza del progetto dell'architetto Daneri del 1958" sottolinea l'assessore Fanghella. "Chiudiamo un'epoca per Genova: i lavori di messa in sicurezza del Bisagno vanno a conclusione, a settembre apriremo la gara per lo scolmatore, un pezzo doloroso della storia di Genova si chiude" dice il governatore Toti. "La sfida è riportare le aiuole a rappresentare la prua di una nave che accoglie chi arriva a Genova, come era tanti anni fa", dice il presidente di Aster Vergani.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere