Parchi: Mai atto politico del M5S

Ministro Costa risponde a politica e non al bene del territorio

(ANSA) - GENOVA, 20 GIU - "È evidente che si tratta di una scelta politica ed elettorale e non di un fatto tecnico. Con questa scelta il ministro Costa ha palesato il fatto che risponda a tirate di giacca politiche e non al bene del territorio". Così l'assessore regionale ai Parchi Stefano Mai stamani a Genova interviene sull'impugnazione davanti alla Corte Costituzionale della legge regionale per il riordino dei parchi da parte del Governo. "Il sottosegretario Valente, che aveva già annunciato il ricorso prima di conoscere i contenuti della legge, ha mosso osservazioni senza fondamento, basate solamente su motivi elettorali dei 5S, e Costa ha ubbidito. Come Regione siamo certi che l'impugnativa cadrà nel vuoto e che la Corte Costituzionale ci darà ragione - dice Mai -. È davvero grave che un Ministro della Repubblica e un Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri utilizzino strumentalmente il ricorso alla Corte Costituzionale nei confronti delle leggi della Regione, per fini politici e non tecnico normativi".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere