Corruzione, a giudizio Forcieri

Udienza preliminare, cinque patteggiamenti e 6 rinvii giudizio

 Cinque patteggiamenti e sei rinvii a giudizio, tra cui quello dell'ex presidente Lorenzo Forcieri: è questa la prima svolta dell'inchiesta sulla presunta mala gestio dell'Autorità portuale della Spezia chiusa nel novembre 2016 dalla Gdf della Spezia che ha indagato su reati di turbativa d'asta, abuso d'ufficio e corruzione. Stamani l'udienza preliminare nella quale hanno patteggiato l'ex dirigente dell'authority Maurizio Pozella a 4 anni e l'ex segretario generale dell'Ap Davide Santini, a 1 anno e 4 mesi.
    Stessa pena patteggiata per l'imprenditore Marco Condotti, mentre Massimo Terenziani ha patteggiato 3 anni e 6 mesi.
    Patteggiamento anche per Alessandra Albanese, cognata di Pozella, a 1 anno e 4 mesi. Con Forcieri, rinviati a giudizio il responsabile dell'istituto di vigilanza 'La Lince' Balestrero, l'ex presidente del collegio dei revisori dei conti Vigogna, il funzionario dell'Ap Vetrala e il dipendente di una controllata dell'ente, Erario. Il processo inizierà il prossimo 13 febbraio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere