• Genova, l'ira degli sfollati: 'Non raccontate bugie'. Commercianti in piazza dopo il crollo del ponte: 'Bucci apri le strade' - FOTO

Genova, l'ira degli sfollati: 'Non raccontate bugie'. Commercianti in piazza dopo il crollo del ponte: 'Bucci apri le strade' - FOTO

Un migliaio in corteo, 'Liberate la Valpolcevera'

"Liberate la Valpolcevera" è lo slogan con cui i commercianti e i cittadini della Valpolcevera, messi in ginocchio dal crollo del ponte Morandi, manifestano per chiedere interventi per far riprendere la 'vita' nella zona.

Lo slogan è scritto su uno striscione che apre il corteo. Alla manifestazione, la prima dei cittadini dal giorno del crollo (14 agosto, 43 morti), partecipa anche una delegazione di sfollati. I manifestanti sfileranno nel centro di Genova con tappe davanti alla Regione e alla prefettura.

I commercianti della Valpolcevera si sono radunati in piazza Caricamento, al Porto Antico.

Gli abitanti della Valpolcevera chiedono con altri striscioni la riapertura delle strade, il potenziamento dei servizi sanitari e la difesa del lavoro. "Oltre il ponte c'e la voglia di ripartire ed avere risposte concrete" dicono dal megafono gli organizzatori. mentre uno dei cori è: "Bucci aprici le strade".  Una delegazione di abitanti e di sfollati ha incontrato il governatore e commissario all'emergenza Giovanni Toti e del sindaco-commissario alla ricostruzione Marco Bucci. Toti e Bucci sono arrivati dalla Prefettura dove hanno incontrato il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli e la commissaria europea Violeta Bulc, che ora si sono diretti per un sopralluogo sotto il ponte Morandi. All'arrivo dei commissari i manifestanti, in attesa da circa un'ora in piazza De Ferrari hanno urlato "Risposte, Risposte". "Se non le avremo tra un mese siamo pronti a tornare in piazza e a bloccare la città". Il sindaco ha provato a tranquillizzarli: "Gli sfollati sono la nostra priorità numero uno, il nostro obiettivo è farli tornare nelle loro case al più presto per recuperare i loro oggetti personali, ma la nostra attenzione è per tutta la Valpolcevera". Ma oggi è dilagante il malumore tra i cittadini: "Molte delle aspettative che avevamo sono rimaste deluse ma più che per la cattiva volontà si è percepita una forma di impotenza rispetto a quello che è il divenire della situazione, per i tempi della giustizia, delle procedure", dicono. E arrivano i primi fischi.

E la Commissaria europea Violeta Bulc oggi è a Genova con il ministro per le infrastrutture Danilo Toninelli: "Sono qui per onorare la memoria delle vittime - ha detto Bulc -, per un tributo alle famiglie che hanno sofferto per questa grande tragedia e per offrire l'aiuto dell'Europa".

Il decreto Genova "sarà migliorato. Non contestatelo perchè non solo è scritto col cuore ma anche con una tecnica giuridica così elevata che permetterà al commissario Bucci di lavorare bene senza preoccuparsi dei ricorsi", ha detto il ministro Danilo Toninelli. "Questa è l'Europa che ci piace, che ascolta le necessità e i bisogni del territorio. Apprezziamo la vicinanza della Ue e sono contento che la Commissaria Bulc abbia approvato l'agenzia per la sicurezza delle Infrastrutture voluta da questo Governo", ha detto ancora Toninelli."Ho ricevuto ottime rassicurazioni dalla commissaria", ha detto il sindaco commissario alla ricostruzione Marco Bucci.

Il ministro Toninelli ha anche incontrato una delegazione di sfollati. "Al ministro abbiamo detto: non raccontateci musse, ovvero non raccontateci bugie. La città non ha necessità di bugie. Vogliamo impegni seri, concreti, fattibili. Il ministro si è detto disponibile a intervenire pesantemente per modificare il decreto sia nella parte legislativa-normativa sia in quella degli indennizzi. Lo verificheremo, oggi noi non applaudiamo nessuno".

 Intanto via libera dall'Antitrust all'assegnazione dei lavori senza gara.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere