• Ucciso da cacciatore, il fucile di Nathan aveva la matricola abrasa

Ucciso da cacciatore, il fucile di Nathan aveva la matricola abrasa

Nello zaino il ragazzo aveva una cinquantina di munizioni. Disposta l'autopsia sul corpo del ragazzo

Aveva la matricola abrasa e quidi era clandestino il fucile calibro 12 trovato vicino a Nathan Labolani, 18 anni, ucciso domenica scorsa a Apricale (Imperia) da un cacciatore di 29 anni di Ventimiglia, che ha sparato scambiandolo per un cinghiale durante una battuta di caccia.

Lo si apprende da fonti inquirenti. Il pm Luca Scorza Azzarà che indaga sulla vicenda, nel frattempo ha disposto l'autopsia che sarà eseguita domani dal medico legale Sara Lopinto di Genova.
    Nathan è stato ucciso da un solo colpo esploso da una carabina Winchester 300 magnum. Il suo corpo è stato trovato accovacciato dietro un cespuglio e lo zaino che aveva con sé, che conteneva anche una cinquantina di munizioni, è stato sequestrato dall'autorità giudiziaria.

"Dicano tutta la verità - ha detto il padre della vittima, Enea Labolani -. C'è un giallo che va chiarito. Come mai il corpo di mio figlio è stato passato da parte a parte ma il suo zaino non aveva una macchia di sangue?".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere