Piccoli azionisti Carige con Mincione

'Ci ha garantito un ruolo in Cda controllata o una consulenza

 In caso di successo nella corsa per conquistare il consiglio d'amministrazione di Banca Carige, il finanziere Raffaele Mincione avrebbe garantito all'Associazione dei piccoli azionisti "un ruolo" all'interno della governance della banca, anche in caso di mancata elezione di un rappresentante. E' quanto emerso in una conferenza stampa in cui l'associazione ha illustrato la decisione di aderire alla lista di candidati che fa capo a Mincione, abbandonando la Malacalza Investimenti. L'obiettivo è ottenere la riconferma dell'attuale ad Paolo Fiorentino. Il presidente dell'associazione, Silvio De Fecondo, sarà il 12/mo candidato della lista Mincione, ultimo dell'elenco dei candidati con scarse probabilità di essere eletto. Ma il finanziere avrebbe garantito all'associazione "comunque un ruolo" in caso di successo, magari nel cda di una controllata o un incarico di consulenza. "Dall'esterno è impossibile conoscere la reale situazione della banca. Per noi è importante tentare di avere una voce", dice De Fecondo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere