Ilva, segnalazione a Cantone su cessione

Manganaro (Fiom), bene chiarezza ma non ricada sui lavoratori

Il vice premier Luigi Di Maio ha inviato i documenti sulla cessione dell'Ilva ad Arcelor Mittal all'Autorità Anticorruzione guidata da Raffaele Cantone dopo aver ricevuto una lettera del presidente della regione Puglia Michele Emiliano che evidenziava irregolarità nella gara. Il dossier riguarda la ''segnalazione di possibili anomalie della procedura di gara per il trasferimento a terzi dei complessi industriali facenti capo alle imprese del gruppo Ilva in amministrazione straordinaria''. "Sull'Ilva non sono stati considerati soddisfacenti il piano occupazionale e ambientale", per cui "abbiamo chiesto maggiori garanzie ad ArcelorMittal e in queste ore è in corso l'approfondimento sulle contro-proposte chieste", ha detto Di Maio al Senato. "Da un lato è bene che il nuovo governo voglia vederci chiaro, ma l'importante è che questa chiarezza non ricada sulle spalle dei lavoratori perché anche se ci fossero nuovi stop l'Ilva deve rimanere aperta", ha detto il segretario genovese della Fiom Bruno Manganaro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere