Tra pasticcini e aperitivi ecco opere d'arte

'Mangini', amato da Montale e Pertini, debutta come 'galleria'

 Un caffè, un pasticcino, un aperitivo e opere d'arte. Accade a Genova nello storico Caffè Mangini che per la prima volta dalla sua nascita, nel 1876, diventa anche galleria d'arte. Qui sono esposte 15 opere di Paolo Chimeri: pittore, scultore, orafo. Le tele resteranno visibili fino al 5 luglio. "Sono lavori di astrattismo geometrico condizionati dalle formule matematiche e fisiche di Newton. Sono combinazioni di colori che ruotano in ordine progressivo e in senso orario", dice il maestro. Chimeri ha denominato la personale 'Omaggio a Newton'. Si tratta di riquadri e cerchi in cui spiccano linee e domina la policromia. Il caffè, dal 1957 di proprietà della famiglia Rossignotti, è una delle botteghe storiche di Genova, nel centro della città.
    E' stato punto di riferimento per tante personalità, tra queste Sarah Bernhardt, Gilberto Govi, Eugenio Montale, Camillo Sbarbaro e Sandro Pertini, allora direttore del quotidiano "Il Lavoro": qui incontrava amici e colleghi. La sala interna è a lui dedicata.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere