• Operaio muore per troppa generosità schiacciato da cassone camion

Operaio muore per troppa generosità schiacciato da cassone camion

La tragedia a Graveglia, nel comune Carasco. Uomo aveva 48 anni

Infortunio mortale sul lavoro questa mattina a Graveglia nel comune di Carasco, nell'entroterra di Chiavari. Un operaio di 48 anni è morto dopo essere stato schiacciato dal cassone ribaltabile di un camion per il trasporto della spazzatura. L'area dove è avvenuto l'incidente e il veicolo sono stati sequestrati. Sul posto, medici del 118, vigili del fuoco e carabinieri.

L'incidente è avvenuto in un parcheggio di Graveglia. La vittima si chiamava Dino Rocca, 48 anni, abitante a Rezzoaglio. L'uomo era dipendete della Fluidcompec, una ditta artigiana specializzata in apparecchiature oleodinamiche. L'uomo è stato schiacciato dal ribaltabile di un camion della ditta Aimeri che gestisce la raccolta dei rifiuti in alcuni comune della Fontanabuona. Rocca sarebbe stato vittima della sua grande disponibilità perchè, come risulta da una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri, appreso del difetto del camion si sarebbe offerto di dare un'occhiata per vedere se scopriva il motivo dell'anomalia. Ma il cassone ha ceduto all'improvviso e lo ha schiacciato uccidendolo sul colpo. Per estrarre il cadavere è stato necessario l'intervento di due squadre dei pompieri giunti da Chiavari e da Genova con l'ausilio di una gru. Le indagini avviate per fare luce sulla tragedia ipotizzano il reato di omicidio colposo: sotto sequestro il camion ed interrogato a lungo il conducente dello camion della Aimeri.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere