Cadavere nello spezzino, la morte forse dovuta a una caduta

Autopsia durata quattro ore, a contribuire anche freddo pungente

A causare la morte di Fabio Cozzani, 51enne spezzino trovato morto all’alba di martedì nel capannone di un’autofficina di Buonviaggio (Vezzano Ligure), potrebbe essere stato un violento trauma cranico conseguenza di una caduta accidentale. A contribuire al decesso anche il freddo pungente di quella notte. Sugli arti anche alcuni graffi che l’uomo potrebbe essersi procurato mentre attraversava il bosco, nel tentativo di entrare all’interno del perimetro dell’officina E’ quanto emerge dall’autopsia svolta nel pomeriggio di oggi.
    L’esame autoptico è durato quattro ore: sulla testa dell’uomo, due ferite, una delle quali, all’altezza della tempia, avrebbe portato poi alla morte del cinquantenne, avvenuta tra la mezzanotte e le due di martedì. L’ipotesi che sta prendendo campo tra gli inquirenti è che l’uomo, con i vestiti bagnati dalla pioggia, possa aver perso l’equilibrio nel tentativo di indossare una tuta da lavoro trovata all’interno dell’officina, cadendo e sbattendo la testa contro un macchinario.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere