M5S: accolto ricorso contro nuova associazione

Borré, ora azione per avere dati iscritti e inibizione simbolo

 "E' stato accolto dal Tribunale di Genova il ricorso contro la nuova associazione del M5S ed è stato nominato un curatore per la prima associazione del Movimento, Luigi Cocchi". Lo spiega l'avvocato Lorenzo Borré che ha rappresentato 33 iscritti al Movimento che hanno ricorso contro l'istituzione della nuova associazione del Movimento, avvenuta lo scorso 30 dicembre. Con il sì al ricorso il curatore della prima associazione nominerà un avvocato che promuoverà, per conto dei ricorrenti, "tre azioni cautelari", spiega Borré secondo il quale i 33 ricorrenti rappresentano in realtà "centinaia di iscritti all'associazione del 2009" che hanno voluto portare avanti l'azione. Ora, aggiunge Borré, chiederemo al curatore attraverso un'azione cautelare di chiedere a Beppe Grillo "i nomi e i dati di tutti gli associati alla prima associazione per poter convocare un'assemblea che nomini il nuovo capo politico" e chiederà "la tutela del sito movimento5stelle.it" nonché "l'inibizione del simbolo".

"Lunedì incontrerò i legali di coloro che hanno presentato l'esposto, sentirò cosa chiedono, quali intenzioni hanno e vedrò cosa posso fare in base quanto prevede il mio ruolo di curatore speciale". Lo ha detto l'avvocato amministrativista genovese Luigi Cocchi che ha avuto la nomina dal tribunale di Genova. "E' probabile che mi chiederanno di presentare un'istanza di sospensiva per l'utilizzo del simbolo e del nome M5Ss". Lunedì prossimo Cocchi dovrebbe incontrare a Genova sia l'avvocato Lorenzo Borrè che da sempre è al fianco dei cosiddetti Cinque stelli ortodossi (aveva difeso anche Marika Cassimatis, bocciata da Grillo nonostante il successo alle Comunarie del 2017) che l'avvocato Alessandro Gazzolo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere