Nespolo (Anpi), no a liste di fascisti alle elezioni

E alla Lega Nord dice: "S'interroghi su proprie posizioni"

Neofascisti e neonazisti "non devono potersi presentare alle elezioni" perché "sono associazioni eversive". Lo ha detto Carla Nespolo, presidente dell'Anpi ieri sera a Genova. "E non ci si venga a dire Che la nostra richiesta è antidemocratica: il fascismo non è un'opinione, è un crimine".
    Nespolo ha detto che le fa piacere che nella Lega "si sia aperto un dibattito tra Bossi, Maroni e Salvini rispetto ai neofascisti ma - ha aggiunto - vorrei che si interrogassero anche sulle loro posizioni". La presidente dell'Anpi si è poi rivolta anche al mondo antifascista: "Non scordiamo che noi siamo più forti - ha detto -Che l'Italia ha difeso la Costituzione anche recentemente con il referendum, e che al di là delle divisioni dei partiti siamo tutti uniti contro il fascismo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere