Corsi di pugilato per migranti

Iniziativa di Comune spezzino, testimonial ex campione Bundu

(ANSA) - LA SPEZIA, 3 DIC - Saranno 33 i richiedenti asilo che parteciperanno al progetto pugilistico "Un pugno contro il razzismo", presentato oggi in un centro di accoglienza di Santo Stefano di Magra. A fare da testimonial all'iniziativa Leonard Bundu, pluripremiato campione a livello internazionale conosciuto come il fiorentino d'Africa. "Spero che questo corso sia un'occasione di riscatto per questi ragazzi così come la boxe è stata per me". Una iniziativa che ha attirato aspre critiche dalla Lega Nord. "Critiche ridicole - ha risposto Bundu - qui si impara sacrificio, rispetto, regole". Ad organizzare il progetto, una società sportiva, Caritas e Comune di Santo Stefano Magra. A seguire gli allenamenti il tecnico federale Armando Bellotti. "Inizieremo con un approccio ludico ma il mio obiettivo è trovare anche un campione tra questi ragazzi. La boxe è sempre stata integrazione. Ben venga quindi la finalità sociale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere