Caldaia in tilt: anziana teme truffa e chiama i carabinieri

Militari rassicurano donna e fanno ripartire l'impianto

 Un'anziana chiama i carabinieri credendo di essere stata truffata da un falso tecnico della caldaia, e i militari non solo appurano la regolarità dell'operato del caldaista intervenuto a casa della donna per sostituire il termostato, ma attivano l'impianto andato in 'blocco', dando serenità all'anziana signora. E' accaduto a Luni (La Spezia), protagonisti i carabinieri della locale stazione dell'Arma, intervenuti su segnalazione di una ottantenne che aveva da poco ricevuto la visita di un tecnico che le aveva sostituito il termostato della caldaia. Non riuscendo a far partire la caldaia, ha temuto di essere caduta nel tranello tesole da un truffatore ed ha chiamato i carabinieri. I militari dell'Arma, appurata l'assenza di truffe, hanno aiutato la signora a far ripartire l'impianto e le hanno spiegato il funzionamento del nuovo apparato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere