Merce falsa: a Genova 800 sequestri in un anno

Mezzo milioni di pezzi confiscati

 La provincia di Genova si colloca al quinto posto in Italia per il traffico di merce contraffatta, con quasi 800 sequestri e mezzo milione di pezzi confiscati nel 2016. Il dato emerge dal convegno 'Contro la contraffazione: le risposte del territorio', organizzato in prefettura dalla Direzione generale lotta alla contraffazione del Mise, nell'ambito delle campagne messe a punto dal ministero nella settimana Anticontraffazione. Dai dati emerge che il fenomeno della contraffazione, a livello nazionale, vale quasi 7 miliardi di euro, sottraendo al mercato del lavoro legale ben 100 mila posti di lavoro, senza contare un danno erariale alle casse dello stato di quasi 2 miliardi. Genova, con il porto, è un nodo cruciale per l'ingresso delle merci false, provenienti da Cina, India e Marocco. Ma la città è anche centro di rifinitura e assemblaggio dei capi contraffatti, e ciò avviene nei laboratori illegali del centro storico. Una riqualificazione urbana di quella parte della città darebbe un duro colpo al fenomeno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere