Picchia agenti e fa saluto fascista

A Genova, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale

Fermato dalla polizia per alcuni controlli grazie al fiuto del cane antidroga, un pregiudicato genovese di 61 anni senza fissa dimora è stato arrestato perché ha reagito insultando e aggredendo gli agenti, ai quali poi ha fatto il saluto fascista in segno di sfida.
    L'uomo, fermato per l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale, è stato denunciato per oltraggio, apologia del fascismo e porto abusivo di armi: nello zaino aveva un punteruolo e un coltello a serramanico. Il sessantenne, trovato in possesso di una modica quantità di hashish, è stato anche segnalato all'autorità amministrativa come consumatore di sostanza stupefacente.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere