Turismo, Genova punta sui Forti

Diventeranno seconda attrazione cittadina, sono una ventina

 L'amministrazione comunale intende valorizzare il percorso delle fortificazioni Sette e Ottocentesche sulle alture di Genova "per farne la seconda attrazione di Genova dopo l'Acquario". Lo rivela il consigliere delegato al patrimonio Mario Baroni. "Per i forti vorremmo un progetto unico di valorizzazione di quella che è la seconda fortificazione più bella del mondo dopo la muraglia cinese - spiega Baroni - Vogliamo che le torri, le polveriere, i forti siano aperti tutto l'anno, vi si possa fare trekking e dormirci". Tra le idee c'è anche la realizzazione di una funivia che da Ponte Parodi arrivi al Forte Begato. Le fortificazioni costruite sulle alture dell'Appennino ligure, a monte della città, a partire dal Rinascimento e ampliate tra Sette e Ottocento, presentano ancora una ventina di forti visitabili e vaste parti di mura intatte e permettono di vedere la città dall'alto salendo a monte, da Levante a Ponente.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere