Per stop a migranti danni a ex scuola

In entroterra Genova,il sindaco 'chi l'ha fatto merita galera'

Vandalizzata una ex scuola a Rovegno, paesino della Valtrebbia, nell'entroterra di Genova, per evitare che il comune possa ospitare migranti. Dieci giorni fa sono stati danneggiati i sanitari, otturati con cemento i tubi di scarico e rotti tutti gli infissi delle finestre dell'edificio nella frazione di Casanova. La struttura era stata indicata dal Comune per ospitare 4 migrati richiedenti asilo politico. I danneggiamenti sono stati denunciati ai carabinieri dal sindaco di Rovegno Giuseppe Isola. Le indagini per scoprire l'autore degli atti di vandalismo sono state avviate dalla stazione di Rovegno e dalla compagnia di Chiavari: sotto la lente è finito in particolare un abitante del posto che non ha mai nascosto la sua contrarietà alla presenza di migranti a Rovegno. Il sindaco di Rovegno è affermato che "chi ha commesso questo reato merita la galera. Per preparare gli abitanti all'arrivo dei migranti abbiamo fatto un'assemblea, era quello il luogo per esprimere il proprio dissenso".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere