Vaccini: M5S Liguria, Decreto Lorenzin è irricevibile

"I vaccini sono uno strumento di prevenzione fondamentale, ma serve informazione, non metodi coercitivi, il Decreto Lorenzin è irricevibile". Sono d'accordo con il vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale i consiglieri regionali del M5S Gabriele Pisani e Andrea Melis, che hanno illustrato la loro posizione stamani a Genova a margine dei lavori dell'assemblea.
    L'M5S Liguria ha presentato una proposta di legge a prima firma Pisani a favore della 'farmaco-vigilanza'. "Non viene messa in discussione l'importanza fondamentale della prassi vaccinale come strumento di prevenzione, semmai la scelta di utilizzare un approccio coercitivo, che sta provocando una pericolosa spaccatura nel nostro Paese. - spiega Melis - Purtroppo davanti ai dubbi e alla disinformazione della popolazione non si è intrapreso un percorso di dialogo, ristabilendo un rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni, ma si è scelto di intervenire con l'imposizione. Si è addirittura prevista la possibilità di segnalare i genitori inadempienti rispetto al calendario vaccinale al tribunale per i minori". "In Regione Liguria, come M5S, abbiamo intrapreso un percorso diametralmente opposto, fatto di ascolto, confronto e accompagnamento della popolazione. - continua Pisani - A questo scopo abbiamo presentato una proposta di legge che prevede la creazione di un Centro Unico Regionale di consulenza prevaccinale e di sorveglianza degli eventi avversi a vaccinazione, denominato Canale Verde Liguria, seguendo l'esempio della Regione Veneto".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere