Fusione nucleare: terminato magnete

Presentato da Asg Superconductors, pesante quanto un boeing 747

 Il primo magnete del più grande impianto sperimentale al mondo, Iter, ideato per dimostrare la possibilità di produrre energia dalla fusione nucleare, il sogno dell'energia pulita, è made in Italy. E' stato presentato nello stabilimento di Asg Superconductors. E' il più sofisticato al mondo. Quattordici metri di altezza, 9 di larghezza, 300 tonnellate di peso, quanto un boeing 747, ha la forma di una grande D maiuscola. Il magnete supertecnologico, il primo dei 18 destinati al progetto Iter è stato realizzato da ASG Superconductors della famiglia Malacalza nello stabilimento della Spezia che ne produrrà altri nove (più uno di ricambio) dei 18 che costituiranno il cuore del reattore a fusione nucleare Iter che è in costruzione a Cadarache, nella Francia meridionale. Gli altri nove saranno prodotti in Giappone. E' prevista nel 2025 la prima sperimentazione della fusione nucleare, con il reattore Iter, frutto della collaborazione fra 35 Paesi. La conferma arriva dal dg del progetto Iter, Bernard Bigot.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA