Torre Piloti: avvocato madre vittima, non è buona giustizia

(ANSA) - GENOVA, 17 MAG - "Un quarto di giustizia e verità, troppo poco abbiamo ottenuto da questo tribunale. Cercheremo di ottenere i tre quarti mancanti nei prossimi due gradi di giudizio". Lo ha detto l'avvocato Alessandra Guarini che assiste Adele Chiello, madre di Giuseppe Tusa, una delle vittime del crollo della Torre Piloti, al termine del processo che si è concluso oggi a Genova.
    "La parte che più ci ha lasciato sconcertati è stata la assoluzione di Olmetti, l'uomo della compagnia Ignazio Messina che noi abbiamo ritenuto il principale responsabile - ha detto Guarini -. Anche le pene applicate ci paiono edulcorate rispetto alle richieste della procura e anche sotto questo punto di vista riteniamo che non sia stata fatta buona giustizia".
    "Mi auguravo che venissero accolte le richieste del pm ma in realtà non è avvenuto. Le pene dei principali imputati sono state scontate del 50%". Lo ha detto Fabio Morella, fratello di Davide, una delle vittime del crollo della Torre. "Non bisogna aver paura di punire coloro che rappresentano i principali attori economici della città di Genova". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA