Arte: Mam, mostra trasversale tra antiquariato e design

Per collezionisti e neofiti, FieraMilanocity 28/1-5/2

  • La Bagnante , Antonio Tantardini
  • Apollo e Marsia , Zaccaria Zacchi
  • Madonna con Bambino, Francesco di Girolamo dal Prato
  • Visitazione, Giovanni Della Robbia
  • Madonna della pera, Maestro di Castrocaro

MILANO - Un appuntamento nuovo per collezionisti e appassionati di arte, ma anche un'occasione lunga una settimana (il biglietto di ingresso è valido per tutta la durata della manifestazione) per avvicinarsi al mondo dell'antiquariato con la curiosità dei neofiti. Oppure per un aperitivo o una cena con gli amici circondati da oggetti e opere d'arte che illustrano un cammino che, partendo dal Medioevo, arriva fino ai giorni nostri. E' questo lo spirito di Mam, Mostra A Milano Arte e Antiquariato, (fieraMilanocity 28 gennaio-5 febbraio).

Tra le opere esposte a Mam da un centinaio di importanti galleristi italiani ed esteri autentici capolavori. Ad esempio l'opera di Zaccaria Zacchi dal titolo "Apollo e Marsia" (gruppo in alabastro, h 44,5 cm) risalente al 1530 circa. E ancora di Francesco di Girolamo dal Prato (allievo di Francesco Salviati), il dipinto "Madonna con Bambino" (olio su tavola 106 x 76 cm). Tra le sculture Antonio Tantardini con "La Bagnante" (marmo di Carrara, h. 135 cm), opera del 1858. Di Giovanni della Robbia c'è l'altorilievo in terracotta policroma invetriata dal titolo "Visitazione", oltre a la "Madonna della pera" (tempera su tavola, cm 60x45) del Maestro di Castrocaro (1450 circa); si tratta della raffigurazione della Madonna devota a Forlì, unico esemplare di dipinto su tavola del Maestro.

"MAM offre quindi una mostra pronta a rilanciare il settore - sottolinea Silvia Dalcò, organizzatrice e art director della Mostra - Abbiamo voluto puntare molto sulla qualità delle opere esposte poiché crediamo che Milano abbia bisogno di una mostra di arte e antiquariato e che il mercato di questo settore, in Italia, debba passare per forza da Milano". "Qui a Mam Il filo rosso è l'arte - continua Silvia Dalcò - poco importa di che epoca. L'importante è che sia capace di emozionare. Di condurci altrove e di farci compiere un salto nel passato". Sono rappresentati tutti gli stili e tutte le epoche. Il visitatore ha la possibilità di intraprendere un percorso dal medioevo all'arte contemporanea, fino a giungere all'arte di oggi: il Design.


Ma L'arte a MAM non ha solo un valore emotivo e il compratore cerca l'investimento economico, che - assicurano gli esperti - nel mondo dell'arte, resta abbastanza sicuro nel tempo e con bassissimi rischi di svalutazione. E chi non ha grandi disponibilità finanziarie a MAM può guardare verso la grande decorazione. I giovani che si avvicinano al mondo dell'arte e antiquariato possono investire quindi somme di denaro più contenute ed accaparrarsi magari un mobile del '700 lombardo, un tavolo ad esempio , ed iniziare così l'avventura tra i collezionisti del futuro.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>