Depp mani bucate? Per il giudice non conta

Nella causa dell'attore contro i suoi ex manager

 Lo stile di vita costosissimo di Johnny Depp non ha rilevanza nella causa che l'attore sta portando avanti nei confronti dei suoi ex manager, accusati di averlo portato alla rovina economica a causa di un'amministrazione del denaro poco attenta. A decretarlo è stata la giudice della Corte Superiore di Los Angeles, Teresa Beaudet che si sta occupando del caso.


    L'attore dei Pirati dei Caraibi, a dicembre al cinema con l'atteso nuovo Assassinio sull'Orient Express, ha intentato causa contro Joel e Robert Mandel per aver gestito talmente male il suo patrimonio da portarlo ad accumulare debiti per 40 milioni di dollari. I due manager dal canto loro si erano difesi con una contro-causa tesa a dimostrare che la ragione dei debiti è da ricercare nello stesso comportamento dell'attore che arriva a spendere sino a quasi due milioni di dollari al mese a causa del suo stile di vita costosissimo.
    La giudice però, in un'udienza che si è tenuta il 10 luglio al tribunale di Los Angeles, ha dichiarato irrilevante lo stile di vita dell'attore nella causa in corso.
   

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>