Beatles mania, sulle tracce dei Fab Four

A Londra, passeggiate guidate, selfie a Abbey Road e poi a scatenare il kitsch che è in noi al Beatles Store

  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Richard Porter e Paul McCartney in una foto del 1987
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Richard Porter
  • Richard Porter
  • Richard Porter e Paul McCartney in una foto del 1992
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes
  • Beatles mania, tazze, t-shirt, gadget e persino pantofole per i Fab Four dipendenti. A Londra c'è il Beatles Store a Baker Street proprio accanto alla casa di Sherlock Holmes

(di Alessandra Magliaro)

   (ANSA) - LONDRA - Gli automobilisti di Londra lo sanno e rallentano, gli autisti di taxi un po' meno. Per i Beatlesmaniaci sulle tracce dei Fab Four ad un certo punto inevitabilmente ci si ritrova nei pressi di Regent's Park e la tentazione di attraversare Abbey Road a grandi passi proprio sulle strisce in posa Beatles è inevitabile. Si comincia da lì e si prosegue altrove.

A Marylebone il giovedì e il sabato mattina ci si dà appuntamento con Richard Porter, 'the Pied Piper of Beatlesmania' e a piedi si va alla scoperta ad esempio dei loro appartamenti, della casa dove Paul McCartney ha vissuto con la fidanzata Jane Asher, della casa dove John Lennon e Paul hanno scritto I want to hold your hand fino a visitare la piccola galleria d'arte dove John incontrò Joko Ono o passare a Savile Row per guardare da sotto il tetto della casa vittoriana dove i Beatles fecero un ultimo concerto e seppure il paesaggio dagli anni '60 sia molto cambiato una sosta al civico 3 di Abbey Road proprio sotto gli studios leggendari procura sempre una certa emozione. Richard poi è un personaggio anche lui, è l'autore di The Beatles' London, consulente del dvd Hard Day's Night, titolare di Beatles Brain of Britain nonchè proprietario del Beatles Coffee Shop. Insomma il primo dei Beatlesmaniaci è proprio lui.

   Ma se non ci si accontenta delle tracce ecco che bisogna andare anche nel London Beatles Store, perchè lì almeno con un magnete da frigo colorato come la copertina di Yellow Submarine si tornerà a casa. Il negozio, proprio accanto alla casa museo di Sherlock Holmes in Baker Street, è un supermercato a tema. C'è di tutto, e anche parecchio di dubbio gusto ma cosa importa per Paul e John questo ed altro, t-shirt ovviamente, borse di tutti i tipi, cd, tazze, libri, memorabilia originali o made in China, piatti da mettere in tavola (che spettacolo la matriciana sulla copertina di Sgt. Pepper's), persino indimenticabili accappatoi cui avvolgersi dopo aver cantato Image sotto la doccia.

Le statuine con le loro facce sono davvero kitsch ma hanno un loro fascino (la tentazione di comprarle svanisce considerando il cambio euro/sterlina e meno male!). C'è un'edizione limitata di Monopoly e uno Scarabeo a tema. C'è poi tutto un reparto per i bambini e bisogna dire che gli stivali di gomma da pioggia colorati come il Sottomarino Giallo sono davvero molto carini. Tante bellissime cianfrusaglie e qualche pezzo raro da collezionismo, come album autografati oltre 1000 pounds. Alla you need is Love.

 

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>