Mischa Barton filmata a luci rosse di nascosto, si difende in tribunale

Legale, è revenge pornography. Ex star di The O.C. 'è un incubo'

  • Mischa Barton a Cannes 2016 sul red carpet di Loving
  • Mischa Barton a Cannes 2016 sul red carpet di Loving
  • Mischa Barton
  • Mischa Barton
  • Mischa Barton
  • Mischa Barton a Cannes 2016 sul red carpet di Loving
  • Mischa Barton

Un grande ennesimo guaio coinvolge Mischa Barton, negli stessi giorni in cui Emma Watson difende il diritto alla privacy per foto private che le sono state rubate. L’ex star di The O.C., serie cult nella quale interpretava la protagonista Marissa Cooper, è finita al centro di uno scandalo a luci rosse. Un video girato durante un rapporto intimo è stato messo in vendita dal mediatore Kevin Blatt. Il sex tape parte da una base d’asta di cinquecentomila dollari. Interpellato sulla questione dal DailyMail, Blatt ha rivelato: “So che almeno tre grandi siti porno, YouPorn.com, Porn.com e RedTube.com, hanno visionato il filmato e stanno considerando seriamente l’offerta. Io sono assolutamente convinto che si tratti di lei. È insieme a un ragazzo e li si può vedere fare sesso in diverse posizioni”.

Immediata la risposta della legale dell’attrice, Lisa Bloom: “Si tratta di revenge pornography, una forma di violenza sessuale e un crimine in California”, si legge sul comunicato che l’avvocato ha postato su Twitter. “La mia assistita non ha acconsentito alla diffusione di alcun video, pensa di essere stata ripresa da qualche persona che stava frequentando”. E ancora: “Sono orgogliosa di difendere la signora Barton, che si sta battendo coraggiosamente per i suoi diritti. Io e la mia cliente perseguiremo in tribunale chi cercherà di vendere foto o filmati privati”. Nelle scorse ore, l’attrice e la sua legale hanno convocato una conferenza stampa, durante la quale la Barton ha detto: “È il peggiore degli incubi che diventa realtà. Quello che sto attraversando è un periodo molto difficile. E quella che si è creata è una situazione molto dolorosa. La mia più grande paura si è materializzata quando ho saputo che qualcuno che pensavo di amare e di cui mi fidavo aveva filmato i miei momenti più intimi e privati, senza il mio consenso e utilizzando telecamere nascoste”.

Come riferito da una fonte vicina all’attrice sempre al DailyMail, che ha per primo dato la notizia, “questa è l’ultima cosa di cui ha bisogno adesso. Il suo nome è stato trascinato nel fango troppe volte, uno scandalo di questo tipo sarebbe davvero devastante per lei”.

Lo scorso 27 gennaio, la Barton era stata ricoverata in ospedale per accertamenti psicologici, dopo una crisi avuta nella sua abitazione di West Hollywood, a Los Angeles. In quell’occasione l’attrice era stata ritrovata seminuda nel giardino di casa mentre urlava frasi sconnesse. Commentando l’accaduto, la star aveva dichiarato di essere stata drogata qualche ora prima: “Mentre bevevo un drink, mi sono subito resa conto che c’era qualcosa di strano. In quel momento e anche nelle ore successive ho avuto sempre una sensazione di confusione. Ho volontariamente chiesto un aiuto medico. I dottori mi hanno subito detto che qualcuno mi aveva messo nel bicchiere una droga che abbatte le barriere inibitorie. Dopo una notte sotto osservazione mi hanno dimessa, sono tornata a casa e ora sto bene. Spero che serva da monito a tutte le giovani donne”. L’ennesimo episodio che ha minato la sua carriera, in costante declino dalla fine della serie con la quale era riuscita a raggiungere la fama mondiale. Nel 2007 fu fermata e arrestata dalla polizia di Los Angeles, a Hollywood, per guida in stato di ebbrezza e venne scarcerata dopo aver pagato una cauzione di diecimila dollari. Nel 2009 finì in una clinica psichiatrica dopo aver minacciato il suicidio. “Ero esauritissima, la mia vita mi era schizzata di mano”, aveva dichiarato a Vanity Fair.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>