Richard Madden, dal Trono di Spade a quello dei Medici

La star scozzese è Cosimo I nel kolossal tv internazionale su Rai1 dal 18 ottobre

  • Richard Madden
  • Con Lily James alla prima di Cenerentola di Kenneth Branagh a a Los Angeles in cui Madden ha interpretato il Principe Azzurro
  • Richard Madden
  • Tv: Rai; I Medici
  • Richard Madden
  • Richard Madden con Annabel Sholey
  • Tv: I Medici, il Rinascimento tra thriller e passione

di Nicoletta Tamberlich- L'Italia per Richard Madden è come una ''seconda casa'', ogni posto dove ha girato, da Firenze, a Montepulciano, a Roma, ha qualcosa che lo ha profondamente toccato: ''l'autenticità delle persone, la cultura, l'arte che si respira in ogni luogo, che resta intramontabile''. Gli occhi azzurri e lo sguardo fanciullesco sono la sua carta d'identità, dopo essersi dato un tono romantico al cinema sotto il mantello del Principe Azzurro di Cenerentola, il 'giovane lupo'' de Il Trono di Spade' torna in Tv con un altro ruolo in costume, il Cosimo I della serie 'I Medici', i "Masters of Florence in anteprima mondiale su Rai1 dal 18 ottobre.

Una maxi produzione girata in Italia targata Lux Vide di Matilde e Luca Bernabei-Rai Fiction con ideatore Nicholas Meyer e Frank Spotnitz (nel cast c'è Dustin Hoffman che muore per licenza di sceneggiatura avvelenato, nella prima puntata nei panni di Giovanni capostipide della famiglia più potente d'Europa) e la sigla, Renaissance, è firmata Skin e Paolo Buonvino.

Sbarcato a Firenze per la premier a Palazzo Vecchio direttamente dal Sudafrica, Madden, novello sex symbol internazionale, rlanciato dal ruolo di re Robb Stark nella serie Il trono di spade, si è concesso ai selfie senza reticenze. Sul red carpet fiorentino Annabel Scholey che interpreta sua moglie, la contessina de' Bardi. E Lex Shrapnel che è l'antagonista principale Rinaldo degli Albizi. Oltre a gran parte del cast equamente diviso tra attori americani e italiani, compresi Guido Caprino, Alessandro Preziosi , Miriam Leone, Sarah Felberbaum. capitanati dallo stesso Spotnitz, lo showrunner e creatore della serie di X-Files, e dal regista Sergio Mimica Gezzan.

Nella serie, Madden interpreta Cosimo a età differenti: da giovane e nella versione di venti anni più grande, un personaggio che lo ha colpito molto, come ha detto più volte: ''Questa famiglia ha dedicato la sua vita a fare a favore degli altri, ha creato qualcosa che è durato centinaia di anni, portando bellezza a tutti: questo mi ha colpito''. E' stato un uomo unico, che pensava non a un mese o ad un anno, ma guardava avanti al futuro a centinaia di anni di distanza. Oggi sarebbe impossibile, con una vita che si consuma nell'immediatezza. Una persona con un differente modo di ragionare che mi ha rivoluionato posto degli interrogativi sul mio stesso approccio nel modo di ragionare e guardare al futuro''. 'Cosimo conosceva ''la vita meglio di noi. Lui e i suoi amici ci hanno insegnato a pensare.''. Come ha rilevato anche il regista Sergio Mimica-Gezzan ''la nostra storia di Cosimo non è una biografia storica. È un racconto di finzione basato su aspetti noti della sua esistenza. Lo vediamo negli anni della giovinezza, un periodo della sua vita che contribuisce a trasformarlo nello straordinario umanista e mecenate delle arti che il mondo conosce. Abbiamo cercato di mostrare il doloroso processo che l'ha portato a diventare un libero pensatore. Sono stato fortunato, perché Madden è riuscito, con incredibile naturalezza, a calarsi nel personaggio. Richard ha capito fino in fondo il suo dramma personale''. ''Indossa'' Cosimo senza riserve. E lo straordinario alchimista, Dustin Hoffman, ha colto perfettamente l'essenza della cultura patriarcale del Medioevo con il suo peculiare realismo, e ha messo il nostro Cosimo di fronte alla figura paterna insidiosa e ingombrante di Giovanni''.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>