Appassionati di videogiochi e fumetti, tra i fan di Lucca Comics

Il Sottosopra di Stranger Things, l'immersione in Cod, la piramide di vetro in fila per le installazioni

  • Assassin's Creed Origins, l'allestimento Ubisoft. Foto Chiara Gavuzzi
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci
  • Lucca Comics - foto Federico Pucci

(di Federico Pucci)  Mentre gli ‘eroi’ di Lucca Comics and Games invadono le strade a dispetto delle intemperie, a conferire spettacolarità sono installazioni e allestimenti che soprattutto i network televisivi e gli studi videoludici mettono in piedi ogni anno per il pubblico, e l'edizione 2017 non è da meno. L’attrazione più ricercata di quest’anno, già premiata da lunghissime code nei primi due giorni di festival e sicura meta nell'affollatissimo week-end alle porte, è senz’altro il Sottosopra di ‘Stranger Things’ (presso il baluardo San Colombano): nel lungo percorso sotterraneo all’interno delle mura di Lucca si omaggia la stagione sci-fi e horror di cui è stata recentemente distribuita la seconda stagione. Tra cabinati con vecchi giochi da arcade, alberi secchi minacciosi, una riproduzione del salotto di casa Byers ma anche tavoli per i giochi di ruolo, l’installazione è un’immersione a Hawkins la cui carica suggestiva è amplificata dall’ambientazione. Non meno spettacolare è la piramide di vetro che Ubisoft ha eretto sulle mura per celebrare l’uscita di Assassin’s Creed Origins (baluardo San Regolo): nello spazio non solo si tengono duelli all’arma bianca che omaggiano il combattimento tipico del gioco, ma anche concerti tra cui una performance di Ghali e un’esecuzione delle colonne sonore della saga, il tutto in una struttura che richiama l’ambientazione dell’ultimo capitolo, l’antico Egitto. Un’altra immersione nel mondo di un gioco è quella architettata da Activision per l’uscita di ‘Call of Duty WWII’: in piazza Santa Maria un gruppo di appassionati collezionisti e attori ha allestito un tendone che replica fedelmente una base da campo dell’esercito americano durante la seconda guerra mondiale. A garantire accuratezza ci sono una selezione di fucili e mitragliatori d’epoca, una jeep, una postazione radio, mappe, equipaggiamenti medici, razioni e altro materiale in dotazione dei soldati americani. Poco lontano da lì, presso il Castello Santa Maria, Blizzard Entertainment ha creato una taverna dedicata agli appassionati di ‘Hearthstone’: più che nelle decorazioni parietali (grandi stampe dell’artwork del titolo) l’atmosfera è data in particolare dalle persone che si uniscono ai tavoli per sessioni di gioco. La partecipazione dei visitatori per creare spettacolo è essenziale anche nello show che Fox ha allestito al centro della scenografica Piazza Anfiteatro: ‘What The Fox’ è una grande struttura dove i passanti scelti, cinque per turno, si sfidano in una gara di trivia sulle serie trasmesse dal canale satellitare, pena doversi tuffare in un grande materasso gonfiabile. Alcune delle code più lunghe si vedono in Piazza San Michele, per il padiglione di Warner Bros, dove tra statue a grandezza naturale della Justice League e prove di videogame come ‘Injustice 2’ ci si può sedere sul divano di Sheldon Cooper, protagonista di ‘The Big Bang Theory’. Di fronte al padiglione è montata anche un grande cassa da imballaggio con un’esperienza legata alla prossima uscita del film ‘Jumanji’. Da una chiesetta trasformata in luogo celebrativo di Dylan Dog al Castello di Hogwarts ricreato di fronte al Family Palace di Lucca Junior, passando per lo spettacolo ambulante dei cosplayer, la spettacolarità è insomma nel DNA di Lucca Comics and Games.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>