Joe Bastianich a New York, ecco i miei otto posti del cuore

Dalla cheescake di Eillen a Via Meccanica dove trovare le selle vintage

  • Joe Bastianich con Gio' Sada da Eileen che fa la cheesecake più buona di Ny al 17 di Cleveland Place
  • New York foto 4x6 iStock.
  • NORTON RECORDS
  • Via Meccanica, il negozio di selle vintage
  • Jack Daniels on tour
  • WALL STREET
  • JAZZ AGE LAWN PARTY
  • PATSY'S Sal Scognamillo
  • JAZZ AGE LAWN PARTY
  • VIA MECCANICA
  • GRAFFITI DEL QUEENS
  • EILEENS SPECIAL CHEESCAKE
  • SADOWSKY GUITAR
  • Jack Daniels
  • PATSY'S
  • EILEENS SPECIAL CHEESCAKE

Musica, delizie gastronomiche, street art, Joe Bastianich racconta i suoi luoghi del cuore a New York. C'è il simbolo della città Wall Street ma anche il ristorante di buona cucina italiana, il festival anni '20 e la cheescake più buona tra i posti che il ristoratore americano, imprenditore di successo e popolare personaggio televisivo anche in Italia con Masterchef, Joe Bastianich ripercorre con Giò Sada in Jack On Tour – From Lynchburg to NYC, lo spettacolare on the road a bordo del van nero Jack Daniel’s lungo le strade della city per eccellenza. Il loro viaggio alla scoperta della parte più autentica della metropoli americana è un rockumentary in 4 puntate in onda il mercoledì dal 15 novembre alle 20:45 su Sky Arte HD.

New York è la città di Joe Bastianich, figlio d'arte, classe 1968 : qui è cresciuto ha avviato la sua carriera di restaurant man e si è appassionato alla musica. Ecco per Ansa Lifestyle, gli otto posti del cuore in quartieri e strade che racchiudono e raccontano le anime della città, partendo dal Queens, il quartiere in cui Joe ha passato la sua infanzia fino al cuore di Manhattan.

Ecco gli otto luoghi della New York più autentica secondo Joe Bastianich:

1) EILEEN’S SPECIAL CHEESCAKE
Uno dei pilastri culinari della città è la Cheescake e la sua regina indiscussa è Eileen Avezzano. Nel 1976 Eileen aprì il suo piccolo negozio di pasticceria nella zona di Nolita (downtown Manhattan), che in quegli anni era una “terra di nessuno”, trasformatasi nel tempo contemporaneamente allo sviluppo dell’attività della signora Avezzano. Eileen ha reso la dolce ricetta di sua mamma un vero e proprio business di successo: ogni anno ha aggiunto un gusto diverso di cheescake, fino ad arrivare alle attuali 41, ed esporta le sue prelibatezze in tutti gli USA.

2) WALL STREET
È il centro nevralgico dell’economia statunitense e mondiale: tappa d’obbligo è la statua in bronzo del Charging Bull, collocata presso il Bowling Green Park. L’opera è stata regalata alla città da un artista italiano (naturalizzato statunitense): Arturo di Modica. Il Charging Bul da poco è “fronteggiato” dalla statua di una bambina che sembra non temere l’influenza del toro. Entrambi sono simboli dello spirito della città.

3) PATSY’S
In Midtown Manhatthan c’è Patsy’s, ristorante che propone la buona cucina italiana, attivo sin dal 1944. A guidarlo c’è Sal Scognamillo, nipote del fondatore del locale e attuale proprietario e chef. Patsy’s è uno dei locali più amati da Frank Sinatra, The Voice.

4) GRAFFITI DEL QUEENS
Sono tanti i colori che accendono i muri del Queens già dalla seconda metà degli anni ’70. Tra i tanti graffiti ci sono anche quelli di Sandra Fabara, meglio conosciuta come Lady Pink, pioniera della Graffiti Art di NY. Ha iniziato giovanissima, nel 1979, diventando l’unica donna in grado di competere con i colleghi maschi. A Lady Pink è dedicata un'intera puntata di Jack on Tour in cui Joe Bastianich e Giò Sada ripercorrono con lei la sua carriera, dai treni della subway ai musei.



5) SADOWSKY GUITAR
Laboratorio e insieme negozio di Roger Sadowsky, uno dei liutai più famosi della città. Appassionato sin da giovane ai lavori manuali, Sadowsky, dopo un lungo periodo di apprendistato in giro per gli USA, ha creato il proprio marchio. Oggi ha un team di 8 persone che lavora con lui producendo bassi e chitarre per artisti del calibro di Keith Richards e Gilberto Gil.

6) VIA MECCANICA
Via Meccanica è un particolare laboratorio di selle vintage curato da Corinna Mantlo, artigiana della pelle. Dopo aver lavorato nella moda, la passione per l’immaginario di certi film anni ’50 e ’60 l’ha lentamente portata verso un mondo completamente diverso: la motocicletta. La Mantlo è anche curatrice del NY Motorbike film festival ed è fondatrice del “The lucky devil hell drivers thrill show” (uno show di acrobazie con veicoli vintage) e delle club di motocicliste “Missfires”.




7) NORTON RECORDS
Nel cuore di Brooklyn c’è il Norton Records di Miriam Linna, storico negozio di dischi della città. Norton Records “Where the loud sounds abounds” non è solo negozio, ma anche una storica etichetta indipendente della città. Miriam Linna è una figura centrale della sub cultura rock&roll di NYC: è stata anche batterista della prima formazione della band The Cramps. Nel 2012 l’uragano Sandy ha gravemente danneggiato il magazzino di Norton Records ma, grazie alla sua forza e all’amore dei suoi supporter, Miriam è riuscita a far ripartire la sua etichetta e il suo shop.

8) JAZZ AGE LAWN PARTY
Per 2 weekend l’anno a Governor’s Island si tiene una festa particolare, che porta letteralmente il quartiere indietro di quasi 100 anni. Si tratta di un festival di musica e spettacolo dedicato agli anni ’20 che coinvolge tutti i partecipanti, ovviamente vestiti a tema

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>