Acchiappafantasmi italiani a caccia di Anomalie

Giap Roma, passione per il paranormale, boom di richieste persino dai musei

  • G.I.A.P. ROMA - Castello di Roccascalegna (Ch)
  • I membri del G.I.A.P. Roma
  • G.I.A.P. ROMA - Vallucciole
  • G.I.A.P. ROMA - Castello Carlo V - Monopoli (BA)
  • G.I.A.P. ROMA - Vasto
  • G.I.A.P. ROMA - Vallucciole
  • G.I.A.P. ROMA - Vasto
  • G.I.A.P. ROMA - Convertitore di ultrasuoni
  • G.I.A.P. ROMA - Visore notturno
  • G.I.A.P. ROMA - Castello di Monte Sant'Angelo
  • G.I.A.P. ROMA - Termocamera Fluke ti-400
  • G.I.A.P. ROMA - Il Frantoio (Colle di Val d' Elsa)
  • G.I.A.P. ROMA - Ghost eye
  • G.I.A.P. ROMA
  • I membri del G.I.A.P. Roma

(di Alessandra Magliaro) - Si definisce ‘Ghost stimulator’, avverte eventuali manifestazioni anomale intorno senza strumentazioni, le ‘riceve’ sul proprio corpo. E’ Paolo Pulcini, classe 1976 e con altri quattro investigatori fa parte del Giap: Gruppo investigativo attività paranormali di Roma.

Credere o non credere: benvenuti nel campo delle ‘anomalie’, quei fenomeni che sembrerebbero sfuggire a spiegazioni razionali. E’ un campo che in tutto il mondo raccoglie da anni grande interesse, furibonde passioni e altrettanti scetticismi. Una foto con un’ombra: è un fantasma? Un parente dell’al di là? Una presenza antica che abita il luogo? I canali tematici televisivi sono pieni di programmi sul tema, format americani talmente spettacolarizzati da aumentare il dubbio sulla veridicità delle prove.

Questa è la storia di uno dei tanti gruppi italiani che indagano, 4 o 5 le formazioni storiche come il Ght ghost hunters team, ma di nuove squadre ne nascono continuamente di nuove anche se poi andare avanti non è facile.

‘’Ci autofinanziamo e non abbiamo scopo di lucro – racconta all’ANSA Paolo Pulcini che cinque anni fa si è unito al Giap Roma fondato da Gianpaolo Peroni ed è una colonna del gruppo con Armando Ceccarelli, Maurizio Chionno, Giuseppe De Bellis – ci muove la passione e la voglia di risposte a domande che riguardano l'ignoto. Siamo tutt’altro che creduloni anzi andiamo proprio alla ricerca di ‘prove’’’.

Viaggiano continuamente da Nord a Sud dell'Italia in cerca di “anomalie” e le loro inchieste filmate, con l’aiuto di una talentuosa equipe di riprese, sono una piccola storia sul lato oscuro del paese, dell’Italia occulta. La tv si è accorta di loro e c’è un progetto per trasformare queste indagini in un nuovo format televisivo, Anomalie, con casi esclusivamente italiani e per cui sono in trattative tv.

Qui la gallery fotografica


Il loro approccio è serio, ghostunters professionali, con strumentazioni sofisticate (pagate con i risparmi) per catturare le manifestazioni energetiche riscontrabili da sbalzi termici o dei campi elettromagnetici. ‘’Lavoriamo al buio, usiamo il K2 che misura le variazioni dei campi, il full spectrum che amplia il range visivo, gli illuminatori per ultravioletti e infrarossi e il tascam, uno strumento sensibilissimo’’.

A loro si rivolgono – contattando il sito GiapRoma – in tanti, da persone comuni ad enti pubblici come il museo delle ceramiche a Faenza. ‘’Facciamo una selezione, spesso ci contattano persone non troppo in salute mentale, come pure persone che vorrebbero ricavare pubblicità dalle nostre indagini come proprietari di ristoranti o castelli perché la scritta o la foto ‘qui sono stati gli acchiappafantasmi’ fa effetto, ma il nostro approccio per quanto genuino è molto serio, il paranormale è un campo minato, le manipolazioni sono davvero frequenti. Noi ci fidiamo solo di quello che noi stessi andiamo a provare ed agendo a titolo gratuito la nostra credibilità è autentica’ ’.

Rilasciate una certificazione? ‘’No sarebbe poco serio, certo un resoconto dettagliato e le eventuali prove fotografate si ma certificare le presenze anomale sarebbe veramente troppo e fuori legge’’. Tra le indagini: al castello di Roccascalegna in provincia di Chieti su richiesta per rumori, malesseri e strane sensazioni , nelle grotte di Camerano dove sono stati il primo gruppo di ghost hunting autorizzato a svolgere una ricerca in questo luogo fantastico, nell'antica città di Galeria vicino Roma, noto luogo di messe nere, frequentato da satanisti come testimoniano scritte e ritrovamenti, nel castello Carlo V di Monopoli, Bari e in quello di Monte Sant’Angelo in provincia di Foggia, nel frantoio di Colle Val d’Elsa, e nel castello di Poppi (Arezzo) oltre a molte indagini in abitazioni private.

Avete paura? ''Certo, è umana. Ma abbiamo imparato ad usarla a nostro vantaggio, se abbiamo paura aumentiamo l'attenzione e riusciamo a cogliere meglio i fenomeni''.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>