Accenti di Sardegna nei mobili Ikea, dal global al local

Studenti Ied di Cagliari creano collezione sperimentale

Svezia e Sardegna unite nel segno del design e della creatività. Mobili e complementi d'arredo Ikea rivisitati dall'estro degli studenti del Corso di Product Design dell'Istituto Europeo di Design di Cagliari, sono in mostra fino al 2 dicembre all'ingresso del punto vendita Ikea in viale Marconi. I caratteri e motivi decorativi della Sardegna arcaica accostati alle linee essenziali e moderne tipiche dell'assortimento di articoli del marchio svedese hanno dato vita a 'Sardiska - Hacking Ikea'. La collezione sperimentale è articolata in quattro progetti: Tavoli Lisabo, Mobile soggiorno Besta, Credenza Torhamn, Cuscini Gurli e Tende Merete. "E' il frutto di un lavoro di design ispirato al mondo iconografico della tradizione sarda e alla filosofia svedese targata Ikea - spiega Annalisa Cocco, che assieme a Stefano Carta Vasconcellos, designer e docenti IED Cagliari ha coordinato i lavori del workshop - gli studenti hanno modernizzato gli stilemi tipici dell'artigianato sardo.

Come target sono state individuate le strutture ricettive".

Al taglio del nastro erano presenti oltre alla direttrice Ied di Cagliari Monica Scanu, e la store manager Ikea Sabrina Scarpati, l'assessora al turismo del comune di Cagliari Marzia Cilloccu e l'assessore alla cultura Paolo Frau. "Da stasera alle 18.30 accoglieremo il pubblico -spiega la store Manager Ikea Sabrina Scarpati - ma i pezzi della collezione sono in esposizione, non in vendita". E' la prima collaborazione di Ied Cagliari con Ikea in un progetto di innovazione ispirato all'artigianato tradizionale sardo, a partire da alcuni iconici arredi dell'azienda svedese. "Il risultato è un mix di design made in Svezia e di alcuni archetipi, geometrie e colori dell'artigianato sardo utilizzati in chiave contemporanea - spiega Monica Scanu, Direttrice Ied Cagliari - un esperimento dal global al local".(ANSA).

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>