Sostenibile e a basso impatto, cresce la bio architettura

A Milano a Superortopiù si sperimenta l'intonaco naturale dai ciottoli di fiume

  • superorto
  • superorto
  • superorto
  • superorto
  • superorto

Un laboratorio dedicato ad architetti, designer d'interni e decoratori per scoprire un modo di lavorare più green con l'utilizzo di materiali sostenibili e a basso impatto ambientale. L' evento è stato promosso dall'azienda HarpoGroup per la presentazione di un nuovo prodotto ecologico, un intonaco naturale estratto da ciottoli di fiume, nella cornice del SuperOrtoPiù, l'orto urbano ideato dall'architetto Michelangelo Pistoletto, realizzato sul tetto del Superstudio di via Tortona a Milano in occasione dell'ultimo Fuorisalone.
"Architetti e designer seguono le ultime tendenze di quella che potremmo definire la bio architettura - ha spiegato Marco Castellazzi di HarpoGroup - e sono alla ricerca di materiali sostenibili che possono avere numerose tecniche di applicazione e che sono stati riscoperti". L'uso della calce, ricavata da ciottoli di fiume "è una decorazione usata fin dall'antichità - ha concluso Maurizio Crasso della divisione Sandtex di HarpoGroup - tanto che la troviamo anche nelle fondamenta del Colosseo o come decorazione esterna nelle ville del Palladio".

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>