Andy Warhol e la moda, una lunga storia. Ora Calvin Klein accede a opere artista

Collezione a gennaio. Partnership con fondazione

  • Andy Warhol and Bianca Jagger credit: Anton Perich
  • Andy Warhol
  • Andy Warhol
  • Andy Warhol
  • Moda: Barbie Andy Warhol, terza bambola della serie pop

Il legame tra Andy Warhol e la moda risale ai suoi primi anni d'artista, quando le sue argute fotografie di scarpe attirarono l'attenzione di Vogue e Harper's Bazaar. Negli anni 1970, la connessione divenne più personale quando Warhol divenne amico di una nuova generazione di stilisti newyorchesi tra cui figurava anche Calvin Klein. Klein aveva l'obiettivo di ritrarre una nuova essenza puramente americana nelle sue creazioni, ideale che si fondeva perfettamente con gli interessi di Warhol.

Ora, 30 anni dopo la morte di Warhol, Raf Simons direttore artistico di Calvin Kelin intende rinnovare la relazione tra la grande casa di moda americana e l'icona degli artisti americani. Grazie a The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, Simons sta creando ciò che vede come una profonda collaborazione con il genio eterno di Warhol, basata sugli ideali creativi che condividono. Come l'arte di Warhol, i modelli di Simons per il 2018 e oltre sono volti a includere il luogo e i tempi in cui viviamo.

 Calvin Klein ha annunciato una collaborazione pluriennale con The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, che permetterà al marchio di moda di avere accesso alle opere dell'artista. Dal canto suo l'impegno finanziario di Calvin Klein, Inc. andrà a sostenere la fondazione che distribuisce sussidi a favore della creazione, presentazione e documentazione dell'arte visiva contemporanea. La partnership sarà in vigore fino al 2020 e si estenderà a progetti di licensing in varie linee d'attività e iniziative future nel portfolio del brand.

La collezione ispirata a Warhol sarà in vendita da gennaio 2018 e includerà una selezione di opere di Warhol sotto forma di serigrafie sui capi. Il corpus delle opere è connesso alle ispirazioni della collezione: il cinema, la fabbrica dei sogni di Hollywood e il suo modo di ritrarre l'incubo americano così come l'onnipotente sogno americano.

"Non vedo l'ora di vedere questa partnership implementata a più livelli dell'esperienza che Calvin Klein offre ai suoi consumatori. Mi sono reso conto che il genio di Warhol va più in profondità dei vivaci dipinti ritraenti le lattine di Campbell - ha detto il direttore artistico del marchio Raf Simons - Ha ritratto tutti gli aspetti dell'esperienza americana, incluso talvolta i suoi lati più oscuri. L'arte di Warhol racconta più verità su questa nazione di quante se ne possano trovare altrove".

"Il retaggio di Warhol non è limitato all'incredibile influenza dei suoi concetti senza tempo ma passa anche per il lavoro della fondazione che ha istituito, che è diventato uno dei finanziatori principali dell'arte contemporanea distribuendo oltre 275 milioni di dollari in sussidi dalla sua creazione" ha rivelato Michael Dayton Hermann, director of licensing della Warhol Foundation. 

Fondato nel 1968 da Calvin Klein assieme al partner d'affari Barry Schwartz, il brand si è costruito la reputazione di leader nell'industria della moda americana grazie ad uno stile lineare e a capi d'abbigliamento innovativi. Le vendite globali retail dei prodotti Calvin Klein, distribuite su oltre 110 paesi, hanno superato gli 8 miliardi di dollari nel 2016. Calvin Klein impiega oltre 10.000 persone nel mondo. Nel 2003 è stato rilevato da PVH Corp.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>