AltaRoma, i sogni couture della teenager Gattinoni

Hassler e una 14enne sfilano nella Link Campus University

(di Patrizia Vacalebri) Stavolta non è la riccastra di turno a sognare le raffinate mise couture di Gattinoni, ma una teenager romantica, un po' angelo e un po' demone, una ninfa dei boschi che va ancora a letto abbracciata al suo orsetto, in pigiama di organza rosa goffrata a mano. Un tesorino di ragazzina che sogna l'abito da principessa azzurra dipinto a mano con delicati fiorellini di campo, una coda lunga cinque metri bordata di rouches e un reggiseno rosa illuminato da ricami di Swarovski sovrapposto al corpetto. Una abito da Cenerentola indossato in pedana da Vanessa Hassler, scoperta da Gattinoni quando ne aveva solo 15: ora ha 29 anni, è mamma e si è trasferita a Los Angeles.

Insomma, il direttore creativo della maison Guillermo Mariotto ha dedicato la sua collezione alle giovani clienti ("mi sento il loro nonno perché ho lavorato già per tre generazioni") e per coerenza ha deciso di sfilare nel casale cinquecentesco dove visse Papa Pio V, che ora ospita la Link Campus University. Per l'evento gli studenti dell'università accoglieranno gli ospiti nei giardini della villa, in pigiama, avvolti in piumini bianchi con logo Gattinoni. Poi all'interno, su una passerella circolare dipinta a nuvole, con al centro un abete rosa firmato dall'artista Guido Borghi, le modelle sfileranno come in un carillon.

Tra le ninfe sognanti ci sarà anche Zoe Sinopoli, 14 anni, romana, viso d'angelo e gambe da gazzella, timidissima e accompagnata dalla mamma. Ma non basta. Mariotto annuncia di aver voluto dare "nuova linfa alla maison" assumendo due giovani designer. Sono Danilo Rau, 24 anni e Dalia Rocchi, 22 anni. La collezione sembra popolare boschi sognanti dove la giovane ninfetta scorazza senza limiti, in abiti dalle linee ampie e morbide. Trecce, croci e triangoli prendono forma nei ricami e nelle lavorazioni. Mariotto reinventa il Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare in un immaginifico Eden, regno onirico di adolescenti che si rincorrono giocando sulle note della Fata confetto dello Schiaccianoci di Cajkovskij. Indossano abiti ispirati al sogno. E come in un dipinto di Picasso, i loro volti si deformano con velette ricamate a filo che trasformano e scompongono i tratti. Mariotto trasforma il classico pigiama a righe declinandolo in organza di seta lavorata con 4800 punti smock effetto matelassé. Le nuvole vengono riprodotte con la consistenza soffice e il volume dell'alta sartoria, creando trame e orditi, attraverso una ricerca dell'antica tecnica dei punti smock internazionali, italiani, inglesi e nordamericani.

Camicie over in organza, dallo sparato rubato al guardaroba maschile con effetto goffratura s'indossano su gonne dalle pieghe severe, unite tra loro da piccoli fiocchi di tessuto effetto origami. Nuvole rosa e azzurro polvere, salvia, grigio perla, lampone, bianco e nero nella palette. Farfalle e libellule sulla maxi T-shirt trasformate in minidress. Caftani dipinti a mano raffigurano un Eden colmo di rose, gelsomini e papaveri. Abiti come vestaglie da camera, azzurro polvere, sono illuminate da cristalli e madreperle, applicazioni e plissé.
Tulle in seta e organza satinata per i lunghi abiti che raccontano le costellazioni con un tripudio di micro cristalli a forma di stelle. Colli giganti accarezzano i volti. Gli incubi sono nuvole nere di tulle, un piccolo chiodo in piume di gallo, struzzo e pernice, indossato su culotte, omaggio a Beyoncé, che vestirà Gattinoni in un prossimo concerto. Le streghe portano cappelli di rafia e micro black boule e irrompono in pedana accompagnate dalle note di Marilyn Manson e dei Goblin. La sposa esce infine in abito bianco a balze plissé realizzate con retine giapponesi e ricami di fiori. I gioielli sempre di Gianni de Benedittis by futuroRemoto, sono bracciali, collane e anelli in oro in forme di libellule, rami intrecciati a fiori e insetti, farfalle in argento smaltato. Alle orecchie auricolari oro.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>