Dimora di re e vip, compie 120 anni il Grande Hotel Savoia a Genova

Tra i 5 stelle più antichi d’Italia. Fu il primo ad avere acqua corrente calda/fredda in ogni stanza

  • Grand Hotel Savoia compie 120 anni, festa a Genova
  • Festa di gala per i 120 anni del Grande Hotel Savoia a Genova
  • Grand Hotel Savoia compie 120 anni, festa a Genova
  • Grand Hotel Savoia compie 120 anni, festa a Genova
  • Marinella Vedani consigliera di amministrazione, il presidente della regione Giovanni Toti, l'amministratore delegato del gruppo Planetaria Hotels Sofia Gioia Vedani. 120 anni di storia, uno degli alberghi 5 stelle pi antichi d'Italia.

Compie 120 anni di storia il Grand Hotel Savoia di Genova, uno degli alberghi 5 stelle più antichi d'Italia - raccontati in una mostra fino al 31 dicembre. E' stato ed è un'eccellenza dell'ospitalità genovese, è stato il primo hotel in Italia ad avere l'acqua corrente calda e fredda in ogni camera. La mostra attraverso foto d'epoca, articoli e documenti storici, permette di scoprire i segreti e le curiosità dell'hotel. Come la vicenda del ritrovamento del tesoro dell'Acquaverde a marzo 1897 durante i lavori di costruzione dell'albergo, poi trafugato. Oggi nello stesso luogo è stato creato il 'Giardino dei Pirati' per celebrare quell'evento. O il sottopassaggio che collegava il Savoia direttamente alla stazione ferroviaria di Genova Principe. 

Dall'ultimo re d'Italia Umberto di Savoia alla prima donna presidente della Camera dei deputati, la comunista Nilde Iotti, dal poeta Giuseppe Ungaretti al designer Bruno Munari, dal re Federico e la regina Ingrid di Danimarca, fino alla principessa della Grecia Sophia. Sono solo alcune delle personalità che hanno lasciato una firma o una dedica nel 'Libro degli Ospiti' del Grand Hotel Savoia di Genova, uno degli alberghi 5 stelle più antichi d'Italia arrivato a festeggiare il suo 120/mo compleanno.
"Il volume istituito nel 1907 raccoglie le firme di alcuni dei nostri ospiti illustri, - spiega il direttore dell'hotel Gabriele Fortunato - Nel corso della sua gloriosa storia la struttura ha accolto esponenti di blasonate famiglie, reali d'Italia e d'Europa, personalità politiche e personaggi illustri nel campo dell'arte, della musica, del cinema e del teatro".
Tra di loro: il principe del Siam, Alfonso XIII di Borbone, Carlos e Ranieri di Borbone, Adelaide di Savoia, Irene e Amedeo di Savoia, Vittorio Emanuele III, compositori come Pietro Mascagni e Igor Strawinski. L'autografo dell'attrice Nicole Kidman e dell'attore Tim Roth che hanno soggiornato nel novembre 2012 durante le riprese del film Grace di Monaco.

Il sottopassaggio pedonale riservato agli ospiti del Grand Hotel Savoia all'inizio del XX secolo collegava direttamente l'albergo con la stazione ferroviaria di Principe evitando loro il transito in superficie in piazza Acquaverde. Un passaggio usato in modo particolare da re e regine, per evitare loro il disagio della carrozza per raggiungere l’albergo o l’incontro con il popolo. Il tunnel 'segreto' utilizzato fino agli anni '70, oggi è chiuso al pubblico. Lo ha mostrato il direttore dell'hotel Gabriele Fortunato in occasione della serata di gala per festeggiare il 120/mo compleanno della struttura. "Si arrivava direttamente al binario della stazione, lì veniva fatta l'accoglienza del cliente, un facchino prelevava i bagagli per portarli lungo il passaggio sotterraneo facendogli strada fino al nostro hotel. Un passaggio esclusivo che evitava il percorso di superficie a piedi, evitava il rischio di furti, di perdere tempo prezioso, magari l'incontro con la sola 'plebe' e poteva tenere alcuni ospiti lontani dagli sguardi della gente comune".

"Quando abbiamo rilevato la struttura nel 1999 nessuno credeva in una Genova turistica, la città non era neppure sulle mappe turistiche internazionali, invece è stata una scommessa vinta, investire a Genova ha un senso e molti nuovi imprenditori negli ultimi anni sono arrivati, quando abbiamo investito noi era veramente una follia, però avevamo visto in Genova ciò che molti genovesi stessi non vedevano, la bellezza nascosta e segreta che via via i turisti hanno scoperto. La posizione, la maestosità dei suoi ambienti, il panorama della terrazza con vista sulla Lanterna e che abbraccia tutta Genova ci hanno fatto innamorare, per questo albergo c'è stato per un colpo di fulmine che è diventato un grande amore", dice l'amministratore delegato di Planetaria Hotel Sofia Gioia Vedani.
Il direttore, Gabriele Fortunato, spiega: "Abbiamo aperto i battenti il 27 ottobre del 1897, - spiega Fortunato - per opera di due intraprendenti industriali noti a Genova, i signori Lippert e Fioroni, quest'ultimo fondatore e primo presidente della Società Italiana Albergatori. Festeggiamo i 120 anni del Grand Hotel Savoia guardando al futuro".

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>