Giornata del Braille, Libri tattili per educare i sensi e annullare le barriere

A Roma Sensi Unici promuove la cultura di progetti inclusivi sulle diverse abilità

  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio
  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio
  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio
  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio
  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio
  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio
  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio
  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio
  • Sensi Unici: mostra di libri e opere tattili al Palazzo delle Esposizioni a Roma fino al 26 febbraio

Risvegliare i sensi. Educarli. I libri possono essere strumenti originali di mediazione e inclusione per immaginare e imparare a “guardare” la realtà con occhi e mani nuove, provando ad annullare ogni barriera fisica, linguistica e culturale. Sono i libri e opere unici, fatti a mano, adatti a facilitare l’incontro tra persone di origini e con abilità diverse. Sono l'oggetto della mostra Sensi Unici a cura del Laboratorio d’arte del Palazzo delle Esposizioni in collaborazione con la Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi Onlus, in programma fino al 26 febbraio a Roma. E' parte del progetto speciale Punti di vista sull’accessibilità all’arte e alla lettura che, attraverso acquisizione bibliografiche, percorsi sensoriali, tavole rotonde e laboratori, vuole costruire una cultura partecipata e condivisa, fatta non di progetti esclusivi, ma inclusivi, perché sinonimo di diversità è ricchezza. Oltre 2.300 bambini hanno visitato la mostra e partecipato ai laboratori in questi mesi.

L’esposizione presenta, grazie al contributo della Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi Onlus, che da anni raccoglie e pubblica il meglio dell’editoria tattile illustrata, una selezione di libri e opere tattili nazionali e internazionali e uno speciale allestimento di tavole materiche e operative, che mira a coinvolgere attivamente tutti i pubblici nella lettura aptica dell’opera proponendo esperienze sensoriali e momenti di interazione.

Il percorso si snoda attraverso quattro angoli tematici che rappresentano le materie prime del libro: la carta, la stoffa e il filo. Si parte dai maestri, coloro che per primi hanno con grande raffinatezza coniugato oggetto-libro, tatto e arte. Dai Pre-libri di Bruno Munari, agli eleganti libri di carta di Katsumi Komagata, dalla ricerca su astrazione e composizione di Sophie Curtil ai preziosi libri cuciti di Maria Lai. Ai protagonisti storici che hanno tracciato la strada seguono autori affermati come Mauro Bellei e Mauro L. Evangelista e giovani artisti, alcuni vincitori del Concorso Internazionale Typhlo & Tactus e del Concorso Nazionale di editoria tattile Tocca a te!, che la Federazione organizza ogni due anni con le principali istituzioni per ciechi. Inoltre, le opere realizzate per l’evento andranno poi a far parte della mostra itinerante A spasso con le dita che dal 2010 attraversa l’Italia per promuovere il libro tattile su tutto il territorio nazionale.

I Libri tattili esistono più o meno da sempre ma venivano fatti in modo amatoriale, in casa o a scuola, laddove c’erano bambini con disabilità visiva (all’Istituto dei Ciechi di Milano esiste una collezione di libri tattili lunga 60 anni). In Italia vengono fatti in modo più strutturato a partire dal 2004, ad opera della Federazione Pro Ciechi (all’inizio si è occupata della distribuzione di una collana fatta in collaborazione con l’Europa in 10 paesi europei - progetto Tactus), mentre a partire dal 2008 li produce direttamente nella sua sede di Roma, rendendo quindi i libri riproducibili e adatto a tutti (non solo per bambini ciechi o ipovedenti). In Italia ci sono circa 40 titoli di Libri tattili “ufficiali", riprodotti per un totale di oltre 10.000 copie (alcuni titoli in 40-50 copie, fino a 1000 copie per i libri coprodotti dalla Fondazione Enel Cuore).

ARTISTI IN MOSTRA Marcella Basso, Mauro Bellei, Giuseppe Caputo, Sophie Curtil, Mauro L. Evangelista, Erika Forest, Katsumi Komagata, Maria Lai, Bruno Munari, Daniela Piga, Michela Tonelli, Antonella Veracchi

Nel programma della Mostra, eventi speciali come “Punti di vista” - Tavola rotonda sull’accessibilità all’arte e alla lettura  martedì 21 febbraio | in occasione della Giornata Nazionale del Braille e laboratori scolastici e anche corsi di formazione per insegnanti, studenti, operatori per allenare, come in una palestra, tatto, gusto, olfatto, udito e vista, leggere l’arte e sperimentare i possibili processi creativi. 

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>