Piani Paralleli, arriva il film jazz concerto /CLIP esclusiva

I 30 anni di carriera di Mazzarino festeggiati in musica. C'è anche Fabrizio Bosso

  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli
  • Una scena del film Piani Paralleli

Le prove dell’Orchestra, l’approccio dei musicisti con la scrittura, i silenzi di Steve Swallow, l’energia di Adam Nussbaum, la classe di Fabrizio Bosso, la perizia di Paolo Silvestri e la personalità di Mazzarino: è il film concerto Piani Paralleli (in sala dal 6 aprile).

Qui la clip in esclusiva

E' il racconto, in musica dei 50 anni d’età e 30 di carriera di uno dei più importanti compositori Jazz del panorama contemporaneo, Giovanni Mazzarino celebrati in un film musicale con la regia di Gianni Di Capua.

Le discussioni, l’amicizia, le paure, la consapevolezza di un momento unico e straordinario, la trasformazione delle partiture in materia sonora viva e vibrante, fino al concerto finale a porte chiuse, sono riprese circolarmente con tre telecamere disposte intorno ai musicisti, nel buio ovattato denso di creatività della Fazioli Concert Hall di Facile (Pn).

 Per Giovanni Mazzarino il Jazz costituisce un momento di grande integrazione e dove c’è integrazione c’è la possibilità di raccontare e raccontarsi. Il musicista s’intrattiene, così, in un dialogo intimo con la propria musica e con gli amici chiamati ad interpretarla.

 Nel Maggio 2015 Giovanni Mazzarino, uno dei musicisti Jazz più rappresentativi della sua generazione, ha compiuto 50 anni di età e 30 di carriera. Traguardi importanti da festeggiare con una produzione speciale: un disco live, registrato nel tempio del pianoforte, la Fazioli Concerto Hall di Sacile (PN). Mazzarino ha convocato straordinari compagni di viaggio, accuratamente scelti tra coloro che lo hanno affiancato nella sua già lunga carriera di pianista compositore: il grande contrabbassista e compositore statunitense Steve Swallow, il batterista Adam Nussbaum, che assieme Swallow e John Scofield diede vita a uno dei trio più celebri della storia del Jazz recente, il torinese Fabrizio Bosso, trombettista già insignito di numerosi riconoscimenti. Infine l’Accademia D’Archi Arrigoni diretta da Paolo Silvestri, versatile arrangiatore della Suite, anch’egli fortemente voluto da Mazzarino.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>