Silence, l'integralismo religioso produce solo orrori. In esclusiva il trailer del film di Scorsese

Andrew Garfield e Adam Driver, missionari gesuiti nel Giappone del 1600. In sala dal 12 gennaio

  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema
  • Una scena di Silence di Martin Scorsese, con Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson. Dal 12 gennaio al cinema

(di Francesco Gallo) - Silence il nuovo film di Martin Scorsese è basato sull’omonimo romanzo dello scrittore Shūsaku Endo. Due missionari gesuiti intraprendono un viaggio ricco di insidie nel Giappone del 17° secolo per ritrovare il proprio mentore e indagare su presunte persecuzioni religiose. In sala dal 12 gennaio. Nel cast Liam Neeson, Andrew Garfield e Adam Driver. Di Dante Ferretti le scene e Francesca Lo Schiavo gli arredi  Ecco in esclusiva il trailer del film

'Silence' sta per il silenzio di Dio rispetto agli orrori e al dolore della vita, tanto piu' se sono in suo nome. Come accade appunto ai due giovani gesuiti alle prese con una missione impossibile: portare il cristianesimo nel Giappone del 1633. Nel film ci sono tutta l'anima religiosa del regista americano di origine italiana e temi forti come l'assenza di Dio, il senso di colpa, l'abiura, il tradimento, l'integralismo e, soprattutto, la difficolta' della fede di fronte agli orrori che a volte essa stessa produce.

Siamo nei primi anni del 1600 e due padri gesuiti, Sebastiao Rodriguez (Andrew Garfield) e Francisco Garrpe (Adam Driver) sono in Portogallo, fortemente desiderosi di andare in Giappone alla ricerca della loro guida spirituale, padre Ferreira (Liam Neeson). Nonostante vengano sconsigliati per i molti pericoli, e' tale la loro fede che partono lo stesso. Il fatto e' che molti insinuano che padre Ferreira abbia abiurato, una cosa impensabile per i due religiosi che si sono formati con lui. Tanta violenza, crocifissioni, torture raffinate, come sanno essere quelle orientali, in questo Giappone dove ormai i cristiani sono costretti a nascondersi come i protomartiri delle catacombe. Ma anche tanta voglia, da parte dei due giovanissimi gesuiti, di affrontare tutto, anche a rischio di essere arrostiti, crocifissi, torturati a testa in giu' con la testa in un fosso. E questo pur di rivivere la stessa via crucis di Gesu'. Il nocciolo duro dei cristiani giapponesi, come si vede nel film, pero', e' ancora vivo, nonostante la persecuzione feroce a cui sono sottoposti e da cui ci si salva solo con l'abiura pubblica. Un'abiura che si pratica in molti modi, come calpestando un'immagine sacra o sputando a un Crocifisso. Quanto sia giusto, per questi due gesuiti, veder sacrificare davanti ai loro occhi tante vittime pur di non rinunciare alla fede in Dio, ovvero quanto conti l'integralismo personale rispetto al valore della vita degli altri, e' forse il tema centrale e attualissimo di questo film-testamento che Scorsese ha tratto dal romanzo omonimo di Shusaku Endo (Corbaccio Editore). Un libro che ha letto e riletto per poco meno di trent'anni e che ha segnato la sua vita. 

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>