Un tuffo nella filosofia. Les Thermes per un bagno morale

Aforismi etici in vasca, un'installazione con la Sorbonne al Festival Internazionale di Andria - Castel dei Mondi

  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes
  • Les Thermes

(ANSA) - Bagni morali, hammam del pensiero, vasche etiche. E' un'emozionante 'piscina filosofica' ideata con la consulenza della Sorbonne di Parigi l’installazione Les Thermes al Festival Internazionale di Andria - Castel dei Mondi.

E' una grande vasca in legno con 25 mila palline di plastica nera su cui sono incisi alcuni aforismi filosofici. Il collettivo artistico che l'ha ideata (L'amicale de production) vuole invitare il pubblico alla riflessione e alla concentrazione, a sentirsi in armonia con gli altri e con il mondo, attraverso la meditazione.

In questo hammam del pensiero, il pubblico si può immergere e farsi pervadere lentamente dagli aforismi. Les Thermes sono concepite come una vasca « etica ». Frammenti di pensieri filosofici da riscoprire, un luogo trasformato in « hammam della riflessione ». Il pubblico può recarsi nello spazio in vari momenti della giornata e immergersi per leggere queste bolle di testo.

Lo spazio diventa un luogo di conferenze, letture ; dibattiti “Si tratta di un'esperienza” - spiega il Prof. Pasquale Porro (Université Paris-Sorbonne) - “che parte, molto correttamente, da un' idea fondamentale: la filosofia antica non è mai dottrina, ma stile di vita. E' innanzitutto un'opzione esistenziale. Come direbbe Foucault, una tecnica del se. Pierre Hadot, nel suo Esercizi spirituali e filosofia antica, focalizza molto bene l'attenzione sulla filosofia come modo di vivere. Il concetto centrale è tutto chiuso in questa parola: “esercizio”, che deriva dal greco “askesis”, da cui anche “ascesi”. L'esercizio è quello ginnico, fisico, dell'atleta che si prepara a superare una prova, ma anche l'esercizio spirituale volto a forgiare se stessi. Nello stoicismo questa dimensione definisce la pratica stessa della filosofia.” L'esercizio filosofico, in ambito stoico, è volto a sviluppare la concentrazione, a sentirsi in armonia con gli altri e con il mondo, attraverso la meditazione: noi siamo non siamo che frammenti della razionalità cosmica. L'obiettivo è il controllo delle passioni, la conquista di un atteggiamento imperturbabile sia nel bene che male. La morte stessa non è qualcosa da temere e d esorcizzare, ma parte irrinunciabile del ciclo vitale: il vero filosofo vive ogni giorno come se fosse l'ultimo. Si tatta di un'etica rigorosa, che non prevede né premi né ricompense. Un'etica laica materialista in cui tutto è natura, tutto è corporeo, anche Dio. Non c'è nessun dualismo tra corpo e anima: un aspetto ben rappresantato nella metafora de Les Thermes, dove i corpi dei visitatori sono letteralmente immersi nel “gioco del sapere”.

Fra le fonti individuabili degli aforismi contenuti nell'hammam filosofico di Les Thermes, Marco Aurelio (121-180 d.c., ultimo grande esponente dello stoicismo classico) e il gesuita spagnolo Baltasar Gracián (1601-1658, fra i suoi insegnamenti, l'arte della la dissimulazione in quanto categoria dell’essere superiore e dell’innalzarsi al di là di se stessi, in un procedimento di continuo esercizio alla protezione dei propri fini).

ALCUNE DELLE MASSIME INCISE NELLE SFERE:

Dire a se stessi: così gli è sembrato giusto giudicare
Far valere la novità delle proprie posizioni
Servirsi di chi sa aiutare
Sii sobrio quando ti rilassi
Ricordati della totalità della sostanza
Sopporta
Tutto quello che vedi non ti appartiene né dipende da te
Tutto quello che vedi sarà presto distrutto
Trovare la propria consolazione in ogni cosa
Tu sei venuto a sussistenza come parte del tutto
Tu sei nato schiavo, non hai diritto alla parola
Tu non sei ancora né semplice né imperturbabile
Sei un’animuccia che sorregge un cadavere
Una sfera perfetta, felice della sua stabile rotondità
Vivi come se tu stessi sopra un monte
Desiderare che gli avvenimenti avvengano così come si verificano

Basta con la vita meschina, con questo brontolare
La forma? Esaminala. La materia? Esaminala.
L’onestà è lodata e muore di freddo
Saper sottrarsi
Osserva attentamente ciò che la tua natura richiede
Che il fico svolga i compiti del fico
L’uomo che si affligge, un porcellino che scalcia
O vivi qui, o te ne vai altrove, o muori
Adattarsi a ogni tipo di persona
Non vediamo che ciò che si offre allo sguardo
Trovare le proprie scappatoie
Certi difetti della lingua danno grazia al linguaggio
Se bevi acqua non ricordarlo ad ogni occasione
Di qualcuno che si lava velocemente: non dire che si lava male, ma che si lava in fretta

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>