Yoga room in attesa del volo

Relax nella posizione del Loto. A San Francisco la prima 'oasi'

Relax nella posizione del Loto

   (ANSA) - Massaggi olistici, aromaterapia, cromo e musicoterapia, le spa in aeroporto sono una realtà diffusa nel mondo. In Italia spazi dedicati al benessere in attesa di salire a bordo esistono in molti scali dalla beauty farm Portofino's a Milano Malpensa alla sala polisensoriale, la Tonic Beauty Club a Fiumicino.

Parte dagli Stati Uniti un'ulteriore tendenza per fare dell'attesa del volo e dei momenti 'morti' tra uno scalo e l'altro, una pausa piacevole e rigenerante dimenticando stress da check in e bagagli pesanti: le Yoga Room. Ha cominciato l'aeroporto internazionale di San Francisco in California con una sala yoga per coccolare anche così i suoi passeggeri, con qualche momento di relax, prima che salgano a bordo e finiscano stipati tra sediolini con spazi sempre più ristretti. L'ambiente non sarà certo simile al classico ritiro sul picco di una montagna tibetana, ma fatto sta che, una volta passati i controlli di sicurezza, i passeggeri, già di per se' stressati, possono tirare il fiato rilassandosi in una stanza di circa 14 mq, con luci soffuse, pavimento in legno, muri e soffitto dipinti di blu e un grande specchio su una delle pareti. Una piccola oasi nel Terminal 2, restaurato di fresco, che si presenta come un'alternativa al bar. "La nostra iniziativa - ha spiegato John L. Martin, direttore dell'aeroporto - è un passo in avanti per dare ai nostri passeggeri l'opportunità e lo spazio necessario per rilassarsi prima del volo". La sala è limitata ai passeggeri con carta d'imbarco e le uniche condizioni imposte per il suo utilizzo sono quelle di togliersi le scarpe, spegnere i cellulari e rimanere in silenzio. La sala yoga è indicata in aeroporto con un simbolo che mostra una persona nella tipica posizione del Loto.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>