Baffi, ecco i 4 stili più alla moda e come realizzarli da soli

Da Stefano Terzuolo i consigli su come cominciare da zero ad entrare nel magico mondo dei mustache

  • moustache baffo naturale
  • baffi 'a pennetta' . Credit Scott Schuman per Braun
  • moustache 'Chevron'. Credit Scott Schuman for Braun (per MultiGroomer MGK3080)
  • moustache baffo a ferro di cavallo

Barba e baffi sono tornati di gran moda e con loro anche le barberie di cui si sono ripopolate le città dopo anni assolutamente critici per il settore. Ecco per i baffi, accessorio di bellezza capaci di dare stile al viso di ciascuno, gli stili più in voga e come realizzarli, commentati da Stefano Terzuolo, Braun Ambassador e fondatore di Gum, uno dei saloni più noti di Milano.

Naturale
Sono un evergreen e sono il primo step per chi vuole cominciare ad entrare nel mondo dei baffi. Seguendo la naturale crescita e forma (possono essere più o meno lunghi e più o meno folti), sono adatti a tutti i volti. Come fare? Consiglio di lasciar crescere la barba per almeno un mese. Poi procedere con un device per lo styling a pulire con cura guance e mento. Bisogna poi effettuare una lieve regolazione dei baffi per pulire i bordi, senza però eccedere per riuscire a mantenere un look naturale. Utile anche l’uso di una cera per mantenerli in ordine, soprattutto per chi li ha crespi.

Chevron

E’ forse uno dei baffi più difficili da portare in quanto bisogna avere un viso non rotondeggiante e con i lineamenti pronunciati e scavati. Come fare? Bisogna avere una ricrescita di un mese o poco più e procedere con un device per lo styling alla rasatura dei contorni per creare la forma desiderata. Si utilizza poi la testina più adatta per definire i baffi in modo da creare l’inconfondibile forma.

A ferro di cavallo

Classico degli anni '70, ritornato attuale e particolarmente cool. Adatto per visi regolari, è un baffo che di certo non passa inosservato e per questo deve essere molto curato. Come fare? La sua forma allungata deve essere impeccabile e bisogna servirsi dell’aiuto di un device molto preciso , in grado di pulire alla perfezione mento e guance. Si procede poi a disegnare la forma dei baffi utilizzando la testina più adatta. Il tocco finale: balsami e cere per tenerli morbidi e in ordine.

A pennetta

E’ un baffo sobrio, retrò, ma allo stesso tempo affascinate perché dà l’aria di un milord vecchio stampo. Adatto a chi ha un volto dolce, ma dallo sguardo intenso. Come fare? Con device per lo styling bisogna rendere le guance e il mento pulitissimi. Poi si procede a modellare i baffi nel modo corretto: non devono risultare né troppo spessi né troppo sottili e la ricrescita deve essere di almeno 3 settimane . Per i più precisi ed esperti si consiglia di passare i contorni anche con un rasoio in modo da garantire una maggiore pulizia e definizione. Il segreto? L’utilizzo di un balsamo per rendere le guance morbide, quasi come quelle di un bambino.

 

 

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>