Cerca: ricerca su Legalità

ALCOL: IL COMA ETILICO, RISCHIO BLOCCO RESPIRATORIO E MORTE

Il coma etilico rappresenta una delle più gravi conseguenze dell'intossicazione acuta da etanolo, ovvero da alcol. Il coma etilico si accompagna a: profondo stato di incoscienza con classica alitosi, dovuta alla massiccia eliminazione di alcol a livello alveolare, ed arrossamento cutaneo; vasodilatazione ed ipotermia, possibile causa di morte;bradicardia ed ipotensione arteriosa; depressione respiratoria.

Si tratta di una vera e propria emergenza sanitaria, che come tale richiede un rapido soccorso e trasporto all'ospedale per l'intervento medico. Non esistendo un "antidoto", la terapia del coma etilico si fonda sulla correzione dell'ipotermia, dell' ipoglicemia e dell'acidosi (diminuzione del pH del sangue).

"Il rischio maggiore in presenza di coma etilico - spiega il direttore dell'Osservatorio alcol dell'istituto superiore di sanità Emanuele Scafato - è il blocco della respirazione con eventuale successivo blocco cardiaco che può portare a morte. Ma il soccorso tempestivo - avverte l'esperto - può essere risolutivo, poiché vengono somministrati subito farmaci al fine di consentire lo smaltimento accelerato delle quantità in eccesso di alcol nel sangue". La tempestività dei soccorsi in questi casi, conclude Scafato, "é dunque essenziale".