Percorso:ANSA > Legalità > Musica, film e libri > Giovani, mafie e periferie, su "Under" storie babycriminali

Giovani, mafie e periferie, su "Under" storie babycriminali

Lo spaccio della droga è il reato più diffuso

23 maggio, 19:10
(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "Da Palermo a Reggio Calabria, Bari, Napoli, Roma, seppur con sfumature diverse, è lo spaccio della droga, il principale reato di cui si macchiano i baby criminali". A dirlo è Danilo Chirico, giornalista, coautore del dossier "Under", presentato oggi a Roma. Seguono la riscossione di tangenti e le intimidazioni, la detenzione di armi, le gambizzazioni e i delitti su commissione. Presentato, a Roma, presso lo Spazio ÀP - Accademia Popolare dell'antimafia e dei diritti, in ricordo dell'anniversario della strage di Capaci, "Under" è un'opera corale, a cura di Marco Carta e Danilo Chirico, realizzata con il contributo di Fondazione con il Sud e pubblicata da Giulio Perrone Editore: un viaggio lungo dodici mesi nelle periferie del Mezzogiorno d'Italia e del Lazio, che indaga il legame tra il mondo dei giovani e il sistema mafioso e che fa luce sulla trasmissione di ruoli e "valori". Dalla Calabria alla Sicilia e dalla Campania alla Puglia, fino al Lazio: come si diventa criminali? È la domanda da cui il dossier prende le mosse in cerca di risposte che, sul finale, restituiscono uno spaccato dell'Italia che è doppiamente drammatico. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA