Percorso:ANSA > Legalità > Musica, film e libri > Falcone: inaugurata mostra ANSA Miur allo Spasimo di Palermo

Falcone: inaugurata mostra ANSA Miur allo Spasimo di Palermo

Presentata in tutta Italia

23 maggio, 13:18

 - PALERMO  - "Questa è una giornata importante in onore di due persone normali ma speciali, due uomini che sono andati oltre il limite della prudenza e per questo dovremmo sempre essere riconoscenti per quel loro gesto, perché hanno segnato un modo nuovo per raggiungere i i centri di potere occulti". Così il magistrato Daniela Troja ha ricordato a numerosi studenti accorsi allo Spasimo di Palermo i giorni di Falcone e Borsellino, raccontati in oltre 200 foto e 28 pannelli della mostra fotografica ANSA "L'eredità di Falcone e Borsellino", curata da Franco Nuccio e Franco Nicastro.
Quello che arriva allo Spasimo è un lungo percorso per tutta l'Italia, iniziato nel maggio 2016 da una scuola dell'Aquila, e che ha interessato tutte le regioni dal Nord al Sud Italia, grazie a un progetto congiunto tra la Direzione generale dello studente, il Miur e l'ANSA. Sono stati migliaia gli studenti che hanno visto la mostra che è stata allestita anche nella sede del parlamento europeo e della Camera dei deputati, e che torna oggi a Palermo.
Allo Spasimo, a pochi passi dalle case dove Falcone e Borsellino erano nati e dalla piazza Magione dove giocavano da piccoli, i ragazzi di oggi hanno potuto ripercorrere attraverso foto di famiglia dei due magistrati e immagini dell'archivio ANSA le tappe della carriera dei due giudici fino alla costituzione del pool antimafia e alle stragi.
"Sono stati degli anni molto complicati in cui il valore di Giovanni Falcone non è stato valutato nel modo corretto - ha aggiunto il magistrato Troja - e questo spirito va messo nel conto di chi si espone e va raccontato oggi a chi, per ragioni anagrafiche, non può ricordarlo". A inaugurare la mostra uno degli eventi previsti dal ciclo "Letture ad alta voce" un reading promosso da Cepell, centro per il libro e la lettura, con Luigi Garlando, che ai ragazzi ha letto alcuni brani del suo libro "Per questo mi chiamo Giovanni".
La mostra dell'ANSA sarà aperta e potrà essere visitata allo Spasimo fino a domenica 28 maggio, dalle 9 alle 18.30, prima di essere trasferita nei locali del liceo classico Meli di Palermo.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA