Percorso:ANSA > Legalità > Musica, film e libri > 'Musica contro l'usura' a Bari

'Musica contro l'usura' a Bari

Iniziativa Fondazione Antiusura S. Nicola e SS. Medici di Bari

15 maggio, 18:23

- ROMA - La lotta all'usura si conferma anche quest'anno attraverso la musica. Si terrà martedì 16 maggio alle 20,30 a Bari il Concerto "LA MUSICA CONTRO L'USURA", organizzato dalla Fondazione Antiusura San Nicola e Santi Medici, presso la Basilica di San Nicola, in collaborazione con l'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari. È un'iniziativa voluta dai volontari della Fondazione Antiusura che tramite l'arte intendono richiamare l'attenzione del mondo delle istituzioni, del lavoro e della società civile intorno una piaga economica e sociale sempre più aggressiva nella più grande crisi economica dal dopoguerra. È un male strettamente legato all'azzardo che annienta l'essere umano in tutta la sua essenza, nella sua dignità economica, fisica e morale, causa di fallimenti aziendali, licenziamenti, crescenti suicidi, divorzi familiari e derive umane e psicologiche che sfociano nell'illegalità. La Fondazione di Bari, che ha dato vita alla Consulta Nazionale Antiusura, è una delle 29 Fondazioni Antiusura che operano in Italia, che quotidianamente sono sul campo per arginare e combattere su più fronti l'usura, attraverso le strade della prevenzione, della formazione, della legalità e della giustizia. Si affida dunque alla musica il richiamo e il messaggio di lotta all'illegalità, linguaggio universale. La musica diviene mezzo di comunicazione per esprimere l'appartenenza ad una società pulita. L'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari, sotto la direzione di Silvia Casarin Rizzuto, presenta un programma sinfonico di grande prestigio, che si delinea nella musica e negli autori della seconda metà dell'ottocento. Dall'Ouverture della Genoveva, unica opera scritta da R. Schumann, si passa alla musica boema con due grandi autori di questo periodo, Smetana e Dvorak, entrambi cechi. La "Moldava" rievoca la bellezza del noto fiume che attraversa la regione boema, sino ad attraversare Praga, in un esempio di poema sinfonico descrittivo. La nota melodia, ci porta a vivere il pensiero profondo e riflessivo che Smetana dedica alla sua terra di origine. Differente, ma altrettanto suggestiva, la Sinfonia n° 9 di Dvorak, detta "dal Nuovo Mondo", si ispira invece, al mito americano. Nella sua permanenza a New York, Dvorak sperimenta e vive gli influssi musicali di nuovi linguaggi, come quelli dello Spirituals e del Gospel, percorrendo una strada di fusione tra la scrittura di tradizione classica occidentale ed un linguaggio ritmico-melodico di chiara estrazione quasi jazzistica, sino a collocare l'opera tra i brani più belli e noti della storia della musica. "Il concerto - ha dichiarato Mons. Alberto D'Urso, Presidente della Fondazione Antiusura San Nicola e S.S. Medici - rappresenta un momento di aggregazione istituzionale, sociale ed ecclesiale nella lotta all'usura e all'azzardo. Sono piaghe dilaganti e sommerse che offendono la dignità della persona. Non creano valore ma bruciano economia, ricchezza e risparmio. Tendono a colpire i più deboli e indifesi di una comunità. Due facce della stessa medaglia, usura e azzardo, disgregano i legami sociali e familiari fino all'isolamento e all'annullamento della persona. La preparazione del concerto ci ha visti in questi giorni collaborare a più mani per tessere questa esperienza della solidarietà, della legalità e della prevenzione intorno alle tante famiglie e giovani senza lavoro, finiti nella trappola della povertà e del sovraindebitamento. Il mio auspicio è che all'indomani del concerto ci si ritrovi ancora insieme e più determinati a costruire reti e ponti contro le lobby dell'azzardo e dell'usura". È prevista la partecipazione dell'Arcivescovo Francesco Cacucci, del Priore della Basilica di San Nicola, P. Ciro Capotosto, del Prefetto di Bari, dr.ssa Marilisa Magno, il Presidente del Consiglio regionale della Regione, Mario Loizzo, il Senatore Giovanni Procacci, del Sindaco di Bari, Ing. Antonio Decaro, della dirigente del Ministero Economia e Finanza, Isabella Fontana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA