Cerca: ricerca su Legalità

NAVE VELENI: LEGAMBIENTE, ATTIVEREMO SITO INTERNET SU RELITTI CETRARO

Legambiente attiverà a breve un sito internet dedicato alla tematiche delle "navi dei veleni". Ad annunciarlo, a Cetraro, sono stati Sebastiano Venneri, vicepresidente dell'associazione e i dirigenti dell'associazione, Nuccio Barillà e Franco Saragò. Incontrando i giornalisti, Venneri, Barillà e Saragò, hanno ribadito l'impegno a fare luce sulla vicenda dei relitti con rifiuti tossici e radioattivi che sarebbero state affondate nel Mediterraneo.

"Anche in conseguenza - è stato sostenuto - delle recenti notizie apparse sulla stampa secondo cui sarebbero 53 le navi affondate al largo delle coste calabresi". "Al di là dei nomi - ha detto Venneri - bisogna trovare quelle navi e recuperarle salvando il nostro mare dell'incombente pericolo".

Gli esponenti di Legambiente hanno sottolineato come "già il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, abbia dato il via ad una serie di accertamenti sul presunto affondamento di una nave a largo di Capo Spartivento e stabilendo una prosecuzione delle indagini sulla motonave Rigel". Sulla questione del presunto interramento dei rifiuti tossici nel basso Tirreno Cosentino, per Legambiente "si rende necessaria una bonifica e l'accertamento delle responsabilità".