Cerca: ricerca su Legalità

PAPA: RAGAZZI ITALIANI, SIATE MIEI ALLEATI DIFENDERE NATURA

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 28 NOV - Visto che san Francesco d'Assisi e' patrono d'Italia e ''anche patrono dell'ecologia'', al Papa ''pare giusto che le giovani e i giovani italiani abbiano una speciale sensibilita' per 'sorella natura', e si diano da fare concretamente per la sua difesa''. Ed e' ''convinto di trovare in voi - ha detto ai ragazzi - degli 'alleati', dei veri 'custodi della vita e del creato'''. Benedetto XVI lo ha detto nell'udienza ai circa 10.000 partecipanti al progetto ''Ambientiamoci a scuola'' promosso dalla Fondazione ''Sorella Natura'' di Assisi, in occasione della Giornata per la custodia del creato, che si celebra domani, anniversario della proclamazione di san Francesco come patrono dei cultori dell'ecologia. Papa Ratzinger li ha ricevuti nell'aula Paolo VI, con il presidente della Fondazione Roberto Leoni e il presidente onorario, il cardinale Oscar Rodriguez Maradiaga. I partecipanti hanno donato al Papa una ''preziosa riproduzione'', come l'ha definita lui stesso, del Codice 338, che contiene le fonti francescane piu' antiche. ''Vorrei dirvi - ha detto tra l'altro Benedetto XVI - che apprezzo molto la vostra scelta di essere 'custodi del creato' e anche in questo avete il mio appoggio''. Ha quindi spiegato che il Cantico di Frate Sole che ''fa giustamente parte - ha osservato - della vostra tradizione culturale e scolastica'' e' anche una ''preghiera che educa il cuore al dialogo con Dio, lo educa a vedere in ogni creatura l'impronta del grande Artista celeste...''. ''Rispettando l'impronta del Creatore in tutto il creato - ha ancora commentato il Papa - si comprende meglio la nostra vera e profonda identita' umana'' e ''se vissuto bene questo rispetto puo' aiutare un giovane e una giovane anche a scoprire talenti e attitudini personali, e quindi a prepararsi a una certa professione, che cerchera' sempre di svolgere nel rispetto dell'ambiente''. ''Il rispetto per l'essere umano e il rispetto per la natura - ha sottolineato - sono tutt'uno, ma entrambi possono crescere e avere la loro giusta misura se rispettiamo la creatura umana e nella natura il Creatore e la sua creazione''. Da qui la ''importanza della educazione anche in questo campo della ecologia''.(ANSA).