Percorso:ANSA > Legalità > Puglia > Cantone, se corruzione emerge significa che società reagisce

Cantone, se corruzione emerge significa che società reagisce

"Dobbiamo plaudire quando indagini fanno emergere corruzione"

30 maggio, 15:22
(ANSA) - BARI, 30 MAG - "L'emergere di fatti corruttivi è il segnale della società che reagisce. Dobbiamo plaudire quando le indagini fanno emergere situazioni di corruzione, senza dimenticare, però, che quando non emergono non vuol dire che non sussistano". Lo ha spiegato Raffaele Cantone, parlando a Bari con i giornalisti in occasione della conferenza sul tema 'Combattere la corruzione', a cura del presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione e di Francesco Caringella, autori del libro 'La corruzione spuzza'. All'incontro organizzato dall'associazione socio culturale 'Il vaso di Pandora' è intervenuto, tra gli altri, il sindaco di Bari e presidente nazionale dell'Anci, Antonio Decaro. "Spesso mi sento chiedere quanto pesa, in termini economici o di Pil, la corruzione.

Onestamente non mi affascinano queste cifre e ritengo - ha sottolineato Cantone - che farle sia un azzardo. La corruzione fa molto male, non mi interessa dire se per 60 miliardi o per 80 o 100 miliardi". "Mi interessa dire, invece, che la corruzione fa tanto male ai cittadini e che per combatterla - secondo Cantone - serve la conoscenza, l'impegno e la consapevolezza. Lo diciamo bene nel libro, spiegando che serve la stessa consapevolezza che ci è voluta nella lotta alla mafia. Non era solo un problema di forze dell'ordine e magistrati, ma una questione che coinvolgeva e coinvolge tutti quanto a contrasto e prevenzione". "Noi cerchiamo in collaborazione con l'Anac - ha aggiunto Decaro - di intervenire attraverso il piano della trasparenza e quello anticorruzione, però non basta questo adempimento di carattere formale. In realtà abbiamo la necessità di lavorare sulla cultura dell'anticorruzione". "Vanno eliminate - ha concluso Decaro - le condizioni di crescita dell'humus della corruzione e lo si può fare con tanti piccoli gesti improntati al rispetto delle regole, anche di civile convivenza". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA