Percorso:ANSA > Legalità > Home

Legalità, Gdf a scuola

All'Istituto Scolastico Realgymnasium Albert Einstein di Merano si è tenuto un incontro delle Fiamme Gialle con gli studenti per parlare di cultura della legalità economica. È un'iniziativa che trae origine da un protocollo d'intesa tra il comando generale della Guardia di Finanza e il Ministero dell'Istruzione.

Mafia: boss Toto Riina ricoverato

Il boss Totò Riina è stato nuovamente ricoverato nell'ospedale di Parma per una insufficienza renale. Il capo mafia si era sentito male giovedì nel corso dell'udienza del processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia in cui è imputato.

Mafia: Gratteri, in Umbria non radicata ma infiltrazioni

TUTELA PER FIGLIO GRATTERI DOPO 'VISITA' FINTI AGENTI

- "La situazione è meno grave rispetto ad altre regioni però sono necessari attenzione e impegno": a dirlo, in merito al pericolo delle infiltrazioni mafiose in Umbria, è stato stamani il procurato aggiunto della Dda di Reggio Calabria Nicola Gratteri, partecipando a Terni all'iniziativa "Educazione alla legalità e alla cittadinanza" organizzata a palazzo Gazzoli dal liceo classico Tacito.

Libri: appalti, camorra e un uomo onesto, Marcello Torre

"L'indifferenza ci rende passivi e quindi complici del male criminale. Questo è uno degli insegnamenti che la vita di Marcello Torre ha trasmesso fino a noi". A sottolinearlo è don Luigi Ciotti, anima e presidente di Libera, e autore della prefazione al libro "Il sindaco gentile. Gli appalti, la camorra e un uomo onesto. La storia di Marcello Torre", in libreria per Melampo Editore.

Mafia:Dia, interessata a energie, ambiente e alta tecnologia

E' "indispensabile incentivare l'azione investigativa preventiva attraverso un approccio multidisciplinare, adottare procedure di trasparenza amministrativa nell'assegnazione di finanziamenti e lavori pubblici e monitorare costantemente i settori dell'economia destinatari di sovvenzioni, in particolare l'organizzazione dei grandi eventi la realizzazione di grandi opere pubbliche". Lo afferma la Dia nella relazione riguardante il 1/o semestre del 2015 riguardo la criminalità organizzata siciliana, per la quale, secondo la Dia, potrebbero risultare di "particolare interesse" i progetti legati allo sviluppo di fonti energetiche alternative, all'emergenza ambientale e alle attività ad alto contenuto tecnologico".

Anno giudiziario:Palermo, Natoli,presenza mafia sempre forte

A Palermo, Trapani e Agrigento c'è stato nello scorso anno un consistente incremento dei reati di mafia. I procedimenti penali sono passati da 53 a 71, ribaltando il "trend" degli anni precedenti. Il dato emerge dalla relazione di Gioacchino Natoli, presidente della corte d'appello di Palermo, per l'inaugurazione dell'anno giudiziario 2016.