• Coronavirus:Totti "a casa giornate lunghe,io come un ospite"

Coronavirus:Totti "a casa giornate lunghe,io come un ospite"

Ex capitano Roma: "In questo momento uso spesso il cellulare"

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "Le giornate sono abbastanza lunghe, però ci diamo da fare e cerchiamo di intrattenere i bambini, di giocare con loro, di fare sport, di cucinare. Purtroppo queste sono le giornate in questo momento". Così Francesco Totti durante una videochiamata con Diletta Leotta per il programma "Dazn Calling" in merito alle limitazioni imposte a tutti dall'emergenza coronavirus. L'ex capitano e dirigente della Roma, scherzando, confessa che "lo schieramento di casa Totti mi vede totalmente in difesa, come la maggior parte dei mariti italiani: stai a casa però è come se fossi un ospite... Durante la giornata incontrando Ilary, la saluto dicendole: Buonasera signora, tutto bene? Le serve qualcosa?".
    Tornando con la mente ai ricordi più belli vissuti da calciatore, poi, Totti sottolinea che "sono la vittoria dello scudetto con la Roma e il Mondiale con l'Italia. La paura più grande che ho affrontato? È stata sicuramente quella di smettere di giocare, visto che è stata la mia vita, è stato tutto.
    Fortunatamente avendo vicino la mia famiglia, i miei amici e i miei bambini sono riuscito tranquillamente a voltare pagina".
    "In questo momento spesso e volentieri sono sul telefono, anche perché è impensabile non esserci tra messaggi, videochiamate e quello che sta succedendo - conclude Totti -. Aiutiamoci tutti insieme e rimaniamo a casa, mi raccomando". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma



        Modifica consenso Cookie