Emma Carelli, La prima donna all'Opera

Al Costanzi che gestì, sua storia evento preapertura Festa Roma

(ANSA) - ROMA, 13 OTT - Una donna forte e indipendente, troppo forte e indipendente per il suo tempo. Emma Carelli toccò vertici inimmaginabili per una donna ma la sua vita finì tragicamente e fu dimenticata. Iniziò con una carriera d'artista e divenne una diva assoluta del teatro d'opera, osannata in tutto il mondo - dall'Europa al Sud America - nei primi del '900. Nata a Napoli il 12 maggio del 1877, è stata una delle prime donne manager italiane, insieme al marito Walter Mocchi, politico socialista. Gestì e divenne direttrice del Teatro Costanzi (l'odierno Teatro dell'Opera di Roma) per un lunghissimo periodo: dal 1912 fino al 1926. La sua storia torna alla luce con il film La prima donna - una produzione Istituto Luce-Cinecittà in collaborazione con Teatro dell'Opera di Roma, regia di Tony Saccucci che ne firma anche la sceneggiatura da un'idea di Carlo Fuortes - che lunedì 14 ottobre segna l'evento di preapertura della Festa di Roma, proprio al Teatro dell'Opera dove Emma aveva espresso il suo talento.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma